NEWS

Un libro un rifugio

Dal 29 luglio la 21 agosto ritorna l’appuntamento letterario “Un libro un rifugio” con ospiti d’eccezione e storie sensazionali

Incontri con l’autore nel cuore delle Dolomiti

di V. Delvecchio

Non so se avete notato, ma si stilano quotidianamente classifiche eufemisticamente bizzarre e qualche volta no sense: le 25 domande più strambe da sottoporre a un colloquio di lavoro,  i cani più brutti e spelacchiati del mondo, le mèches e messe in piega peggio riuscite, i luoghi più improbabili dove copulare, le 10 leggi più assurde mai formulate, gli oggetti smarriti più insoliti ritrovati nelle toilette degli aeroporti e così via. Non mi prolungo perché rischio di provocare sonnolenza e nervosismo, ma la lista è ben più lunga di quanto si possa immaginare e il web collezionare. Mai però che ci si interroghi su argomenti, non dico serissimi, quantomeno di un certo livello e interesse. Mi verrebbe da chiedere, ad esempio, quali sono i 5 posti migliori per godersi un bel libro? Con la premessa che, a mio avviso, ci sia un legame stretto tra il libro scelto e il posto in cui si legge. Se escludo il mare- la sabbia sulle pagine immacolate mi procura un po’ di fastidio e concentrarsi con 40° gradi all’ombra lo trovo eroico e stoico; il letto- si rischia l’effetto soporifero; la panchina del parco-suggestiva ma alquanto scomoda a meno che non metta in conto una paresi al collo; tram/autobus/metro-scarto a priori perché è mera utopia trovare un sedile libero- io credo che il primo premio come miglior location in cui leggere spetti alla montagna. Nella stagione estiva. La magia della valle e la panoramica delle vette leggermente innevate è la cornice giusta per lasciarsi sedurre dalle parole. Ho scoperto che non sono proprio l’unica a pensarla così, visto che in Alta Badia, nel cuore delle Dolomiti altoatesine, ogni anno c’è un appuntamento fisso e fortemente atteso chiamato “Un libro, un rifugio”. Una rassegna che prevede, tra la fine di luglio e il mese di agosto, un viavai frenetico e appassionato di autori, relatori e ospiti che presentano una loro opera letteraria in un incontro-dibattito con il pubblico presente, dando vita a un vero e proprio happening letterario. Nella sezione Incontri con l’autore- in cui solitamente volti noti e rappresentativi del panorama culturale italiano stimolano confronti e riflessioni- dell’edizione 2013 i readers d’eccezione che discuteranno di attualità sono: Filippo Ceccarelli, Beppe Severgnini e Antonio Caprarica, Sergio Romano, l’ex calciatore Lilian Thuram, Ferdinando Fasce, Carlo Cracco. Lina Wertmüller, Gian Luca Nicoletti, Daria Bignardi, Pierluigi Battista e Mario Paternostro prosatori di storie straordinarie e reali come quelle di Mariangela Melato  e Miriam Mafai -debitamente omaggiate con versi e note.
E io che ingenua pensavo di essere già al top del romanticismo con un’umile sdraio, un po’ scassata, puntata verso il sole e la cima più alta con una tazza di caffè ai piedi e una leggera copertina sulle gambe…ma uno chalet tra i patrimoni dell’Unesco, devo ammetterlo, supera ogni aspettativa.

Per informazioni: Consorzio Turistico Alta Badia –
www.altabadia.orgTel.: 0471/836176-847037
Email: info@altabadia.org