DESTINATIONS

Torino la magica

Torino e l’esoterismo prêt-à-porter: visite guidate alla ricerca dei luoghi più sinistri della città

Torino e l’esoterismo prêt-à-porter: visite guidate alla ricerca dei luoghi più sinistri della città

di Davide Mura

Demoni, assassini, grotte alchemiche, simboli massonici: et voilà, la Torino dei misteri è servita. Passeggiare dopo il crepuscolo alla scoperta dei luoghi più sinistri, in una gita scolastica fuori tempo massimo, è oggi possibile grazie ai tour dell’agenzia Somewhere. Le proposte registrano sempre il tutto esaurito. Guide cortesi dalla parlantina facile fanno scoprire statue, facciate, palazzi e angoli nascosti del centro, tra leggende e spiegazioni fantasiose (il percorso non ha finalità didattiche, precisano con onestà all’inizio). Avete sentito mille volte che Torino fa parte del triangolo di magia bianca (insieme a Praga e Lione) e nera (con Londra e San Francisco) e vi siete chiesti cosa significhi? Divorate i libri di Dan Brown? Allora presentatevi in piazza Statuto, punto di partenza del tour serale “Torino Magica”, col monumento dedicato ai caduti del Frejus, dove una figura alata potrebbe anche essere Lucifero. Si prosegue con la fontana Angelica, o delle quattro stagioni, in piazza Solferino, l’ex sede della Loggia massonica in via Lascaris, alla quale si fanno risalire gli occhi “onniveggenti” alla base dell’edificio d’angolo. In via Alfieri, il Palazzo Trucchi di Levaldigi, sede di delitti non risolti, ha un Portone del diavolo con un battente di bronzo che raffigura un Satana cornuto con la bocca spalancata da cui fuoriescono due serpenti.

Si rievocano nobildonne col pallino dell’alchimia e molti scheletri nell’armadio, come Madama Reale Maria Cristina di Francia e Margherita di Valois, che avrebbe convocato Nostradamus. Si finisce con la chiesa della Gran Madre di Dio, voluta da Vittorio Emanuele I di Savoia (pare che esattamente qui ci fosse un tempio pagano dedicato alla dea Iside).

Un modo per percorrere in una serata estiva una città che una volta tanto potrebbe smetterla con l’understatement sabaudo. Torino è bella, elegante al punto giusto e coi turisti ci sa fare. Anche senza incantesimi e morti ammazzati.

Somewhere Tours&Events
via Botero 15, Torino
tel. 011 6680580 o 6687013
booking@somewhere.it
http://www.somewhere.it/

Dove dormire. Il Golden Palace (via dell’Arcivescovado 18, http://www.goldenpalace.it/default-it.html) è senz’altro l’hotel più comodo per partecipare al tour “Torino Magica”: si trova nel cuore del percorso esoterico. Struttura di design, ha lunghi corridoi con luci soffuse in sintonia con queste passeggiate al chiaro di luna.