DESTINATIONS

Marsiglia si fa bella

Un nuovo lungomare e nuovi musei, la Ville Méditerranée si rifa il look in occasione dell’anno della cultura

Un nuovo lungomare e nuovi musei, la ville méditerranée si rifa il look in occasione dell’anno della cultura

Di Teresa Cremona

Marsiglia CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2013 nel processo di valorizzazione del suo patrimonio culturale, artistico e architettonico, ha riqualificato il lungomare, le banchine e la zona che va dal porto attuale al porto antico, per rendere il quartiere portuale, noto per anni per la micro criminalità e il degrado, un luogo piacevole, sicuro e a misura d’uomo.

Questo processo ha visto la costruzione di nuovi musei: la Villa Méditerranée di Stefano Boeri, edificio a forma di C, in cui l’acqua del golfo penetra, creando una vera e propria piazza d’acqua, che ospita pescherecci, barche a vela, allestimenti e performance temporanee.

La fondazione Frac, dedicata all’arte contemporanea e firmata dall’architetto giapponese Kengo Kuma, e il MuCem, il primo museo al mondo dedicato alle culture e alle civiltà del Mediterraneo e lo scenografico J4, un cubo di vetro schermato da una copertura-scultura in cemento ancorato al vecchio molo, in grado di stabilire una connessione tra l’architettura e il mare, collegato al fortino da una passerella.

Lo scorso 4 luglio il Comune di Marsiglia ha festeggiato il termine della prima parte dei lavori ed è possibile per turisti e cittadini passeggiare sulle nuove darsene e sul lungomare Louis Brauquier zona pedonale.