GOURMET

Malvasia Day

La giornata del vitigno più conosciuto delle isole Eolie torna al Capofaro Malvasia & Resort di Salina

Di Teresa Cremona

Il 20 luglio 2013 a Salina, presso il Capofaro Malvasia & Resort, Terza edizione del Malvasia Day, la giornata dedicata al vitigno più celebre delle isole Eolie ed ai suoi produttori, che faranno assaggiare i propri vini agli appassionati e agli esperti intenditori il prossimo Sabato 20 luglio, a Capofaro Malvasia & Resort: un’occasione per scoprire le storie di questo straordinario vitigno, dei suoi uomini e delle Eolie patrimonio Unesco.

La manifestazione avrà inizio alle 18 con il seminario su “La Malvasia ed i suoi territori”, condotto da Daniela Scrobogna, Responsabile della Didattica Nazionale Ais. A seguire Andrea Gabbrielli, giornalista romano, autore del volume “Il vino e il mare”, terrà il seminario sulla “Viticoltura insulare come patrimonio dell’umanità”.

Gli ospiti – esperti, appassionati o semplici curiosi – potranno poi proseguire la serata con le degustazioni alla presenza dei produttori, che proporranno le loro interpretazioni della Malvasia sulla terrazza del Capofaro Resort

Quest’anno Tasca d’Almerita proporrà in degustazione, oltre alla Malvasia dolce, anche la nuova declinazione di Malvasia secca DIDYME, dall’antico nome di Salina indicante le due montagne gemelle, antichi vulcani spenti. Un omaggio alla sua terra e alla sua storia.

I produttori presenti, provenienti dall’isola di Salina: Colosi, Marchetta, D’Amico, Azienda agricola Giona, Virgona, Fenech, La Rosa, Carlo Hauher, Caravaglio, Florio. Da Panarea parteciperà La Vigna di Casa Pedrani, da Lipari Tenute di Castellaro e da Vulcano Paola Lantieri. Presente anche Giovi con la Grappa di Malvasia.

Le precedenti edizioni del Malvasia Day, organizzato da Tasca d’Almerita, sono state un momento di aggregazione importante, che hanno saputo unire e far dialogare con entusiasmo i produttori locali di Salina celebrando le differenti espressioni della Malvasia.

TASCA D’ALMERITA

La famiglia Tasca d’Almerita dal 1830 espressione di tradizione e di innovazione agricola, con amore e passione, racconta la Sicilia attraverso il vino e le sue eccellenze. Sono i territori i protagonisti di questa storia lunga duecento anni. Uomini e donne che da otto generazioni della stessa famiglia dedicano la loro vita e rivolgono la loro passione ad assecondare i saperi ed il volere della natura.

Tasca d’Almerita attraverso cinque Tenute interpreta la Sicilia in tutte le sue declinazioni. La Tenuta Regaleali è il cuore dell’azienda con oltre 500 ettar al confine fra Palermo e Caltanissetta; la Tenuta Tascante, due vigneti immersi in un bosco di castagni alle pendici del vulcano Etna, in un territorio famoso per la sua energia; Tenuta Capofaro nella doc Malvasia delle Lipari, vocata alla produzione della Malvasia oltre che ad un’ospitalità esclusiva nell’isola di Salina; la Tenuta Sallier de la Tour dei cugini principi di Camporeale, nel territorio della Doc Monreale, in un zona da sempre vocata alla coltivazione del Syrah. Infine, la Tenuta Whitaker a Mozia, l’isola museo fenicia in provincia di Trapani, di proprietà della Fondazione Whitaker, dove Tasca d’Almerita si confronta con la varietà Grillo in un ecosistema unico.

In prima linea per proteggere la natura, Tasca è azienda pilota di “SOStain”, un progetto nato per aiutare le aziende a sviluppare le produzioni vitivinicole con un ridotto impatto ambientale utilizzando al meglio le risorse presenti. La sostenibilità è sempre di più parte integrante della vision di Tasca che, insieme con un gruppo di giovani ricercatori dell’Università Cattolica di Piacenza, ha intrapreso un percorso graduale capace di incrementare la sostenibilità complessiva dell’azienda. L’azienda, inoltre, è una delle nove aziende pilota del progetto del ministero dell’Ambiente “VIVA Sustainable wine” per la valutazione dell’impronta ambientale con l’obiettivo di recuperare l’eco-sostenibilità della produzione agricola partendo dalla sua più importante coltura nazionale, la vite, certificando la qualità ambientale della filiera vitivinicola con un marchio garantito. Senza rispetto dei luoghi non si costruisce niente. Per questo Tasca si impegna nel lasciare un’impronta positiva sulla terra che lavora.

tascadalmerita.it