Italy

La letteratura a Milano

Dal 5 al 9 giugno, Milano ospita il secondo Festival della Letteratura con 170 eventi in 70 luoghi dal centro alla periferia

Dal 5 al 9 giugno, Milano ospita il secondo Festival della Letteratura con 170 eventi in 70 luoghi dal centro alla periferia


Milano circolo culturale, incrocio di scrittori e poeti, luogo del dibattito e della produzione letteraria. Più di centosettanta eventi in cinque giorni animano un Festival della Letteratura aperto agli autori e agli editori italiani che riporta Milano al centro della vita itellettuale francamente un po’ spenta degli ultimi anni. Si tratta di un evento nato “dal basso”, che mette insieme chi vuole fare “cultura” con chi desidera ospitarla. Con questo intento nasce il Festival, e la Letteratura è intesa come incontro, dialogo, discussione, riflessione, incanto, come “sintesi organica dell’anima e del pensiero d’un popolo”. Un contenitore nel quale ospitare incontri, chiacchiere, inquietudini, sensazioni. Incrociando conoscenze, lingue, storie, percorsi personali e collettivi, passioni, desideri, idee.

Negli appuntamenti del festival sono coinvolte biblioteche, auditorium, teatri, cooperative, circoli, bar, strade e piazze, per un totale di 70 luoghi che dal centro alle periferie riempiono la città di incontri, dibattiti, parole, suoni, voci.

Il Festival dà anche l’occasione per scoprire i luoghi poco conosciuti di Milano, come l’Area Ex Bocciofila del Quartiere Umanitaria nel caseggiato di via Solari 40, l’SOS Stazione Centrale, la cascina ristrutturata che ospita la biblioteca Chiesa Rossa, l’Ex Fornace nella zona dei Navigli, il chiostro dei glicini dell’Umanitaria, lo spazio Milano C’est Chic in via Valpetrosa per gli eventi più raccolti (nella foto in alto).

Durante il Festival vengono presentati una cinquantina di libri, dai romanzi d’evasione a saggi su carcere, cyberbullismo, violenza sulle donne, anni di piombo, disabilità, vicende di “malapolizia”, e un libretto d’opera. Da non perdere lo spettacolo VioleperEnza di ZeroConfini Onlus, che dà voce a donne coraggiose che, in ogni angolo del mondo, si battono o si sono battute per cause importanti.

Vengono presentate le opere nate dai laboratori di scrittura e poesia dei carceri di San Vittore, Opera e Bollate, e sono previsti una ventina di reading con accompagnamento musicale, circa 30 incontri di poesia, una decina di appuntamenti con gli scrittori, come l’Aperitivo in giallo e noir al Click Caffè dello spazio Forma, Le Signore in giallo, rosa e rossonero alla biblioteca Cassina Anna, e il Milano in bionda alla Libreria del Corso.

Ci sono inoltre spettacoli teatrali e letture sceniche, incontri di filosofia, musica che spazia dai canti di taverna al concerto dei Beat Barons. E ancora mostre di fotografie e dibattiti di cui segnaliamo l’interessante “Di cosa parliamo quando parliamo di cultura” con la presenza di giornalisti e rappresentanti del mondo culturale milanese.

In calendario sono anche diversi laboratori gratuiti di gioco, arte, haiku e origami; seminari, anch’essi gratuiti, come quello di teatro, gioco, movimento; il premio di poesia Baghetta; passeggiate a piedi e giri in bici; qualche gita fuori porta a Pavia e Cinisello Balsamo.

www.festivaletteraturamilano.it