CARNET DE VOYAGE

Cultura in cucina a La Taste

Cafè, bistrot, negozio, concept store e spazio eventi. Cibo di qualità, prezzi corretti, prodotti di stagione, locali e a filiera corta: la realizzazione di un sogno

Cafè, bistrot, negozio, concept store e spazio eventi. Cibo di qualità, prezzi corretti, prodotti di stagione, locali e a filiera corta: la realizzazione di un sogno


di Teresa Scacchi

Eravamo 5 amici al bar…. Inizia così da chiacchiere in libertà e un pizzico d’incoscienza  l’avventura di La Taste, concretizzata dal giovane patron Riccardo Migliavada, laureato in Scienze Gastronomiche all’Università di Pollenzo. Una profonda passione per il cibo, l’amore per la convivialità e per la letteratura culinaria sono il comun denominatore che ha dato vita a un locale dedicato al meglio della gastronomia italiana. Nel centro di Seregno, il locale è minimal e accogliente, con il ristorante, il cafè, il negozio di gastronomia, vini e birre, ma anche attrezzi perla cucina, libri di ricette e letteratura del cibo. C’è anche un concept store con oggetti di design, gioielli creativi, t shirt d’autore e una biblioteca di scambio – book sharing – dove ci si può accomodare su un divano per  leggere, chiacchierare e gustare una tazza di tè profumato, ascoltando buona musica.

Alle pareti della zona ristorante e cafè, tele di artisti emergenti, sculture e opere,  in mostre temporanee. Come la Minimostra di Pupi e disegni di Cevì, al secolo Cecilia Viganò, dal 15 giugno 2013 al 27 luglio 2013, e ogni giovedì sera musica dal vivo. Conclude l’offerta un ricco calendario di eventi, reading, presentazioni.

“LaTaste è il sogno realizzato, una prova di volo, l’espressione delle nostre competenze e del modo in cui interpretiamo il cibo –  racconta Migliavada -. Dal prodotto che troverete sullo scaffale, alla ceramica, dal colore dei grembiuli alla varietà di caffè: tutto quanto deriva da scelte e decisioni prese intorno ad un tavolo pieno di briciole, da idee sorte durante una visita ad un caseificio,  passeggiando nei frutteti o inseguendo  pensieri che si generano fra i fumi delle cucine.“

E non a caso ai fornelli troviamo Pietro Curti che con grande conoscenza della storia della cucina, assembla, lavora, reinterpreta prodotti e piatti in una riuscita combinazione di sapori veraci. Il menù cambia spessissimo, proponendo entrate sfiziose, a volte piatti unici semplici e gustosi come il tortino di asparagi con la julienne di asparagi crudi, primi creativi o di solida tradizione (spesso  emiliana, come i tortelli preparati e conditi a regola d’arte), e secondi soprattutto di carne. Non mancano insalate ricche e variegate e dessert notevoli, a partire da un encomiabile semifreddo allo zenzero con salsa al rabarbaro, ristretto di arancia e fragole fresche. Buono anche il pane, preparato con farine macinate a pietra e lievito madre. Discorso a parte per i vini, ben raccontati in una carta con le schede dei produttori. Alcuni sono nomi blasonati, altri sono frutto della ricerca continua di piccole eccellenze di nicchia. Come l’Azienda Agricola Clarabella (Franciacorta), cooperativa sociale nata nel 2002 per sviluppare nuove opportunità di inserimento lavorativo per persone in  condizione di disagio psichico. Clarabella è una realtà vitivinicola giovane, ma con una spiccata personalità, fra le prime aziende franciacortine ad operare secondo i criteri della viticoltura biologica. Altra “scoperta” de LaTaste, la Cantina Margò in Umbria è un piccolo giardino adorno di vigne, grandi sperimentazioni e tanta passione. Vi regna Carlo Tabarrini, nella vita quotidiana alla produzione dei Baci Perugina, nell’intimo viticoltore per amore.

Tutti i prodotti de LaTaste sono cercati e selezionati scovando i migliori vigneron, caseifici, salumifici, riserie, pastifici, se possibile a km zero.  Quelli impiegati in cucina sono gli stessi che ritroverete sugli scaffali e che potrete portarvi a casa per continuare il vostro viaggio fra i sapori.

La Taste
via Umberto I 59, Seregno – Monza
tel. 0362226629
www.lataste.eu

Immagini: Claudio Tajoli,  Styling:  Fulvia Carmagnini