DESTINATIONS

Blue forest in laguna

Alberi fasciati di blu contro il grigio e a favore del verde: è l’opera di Lucio Micheletti per la 55a Biennale dell’Arte di Venezia

Alberi fasciati di blu contro il grigio e a favore del verde: è l’opera di Lucio Micheletti per la 55a Biennale dell’Arte di Venezia

di Germana Cabrelle

Se non vedete il verde ma solo il grigio, gli alberi li fasciamo di blu. Deve essere stato questo l’intendimento che ha mosso l’artista e architetto Lucio Micheletti per il suo progetto “Blue Forest” selezionato dalla 55a Biennale dell’arte, in programma fino al 24 novembre a Venezia.

Alberi con il tronco rivestito di nastri blu: una performance che va sotto il nome di “land art” ma anche un’iniziativa artistica e ambientale della quale la casa di orologi svizzeri di alta gamma Girard-Perregaux si è subito fatta sponsor patrocinatore, come è accaduto in altre occasioni di “collaborazione responsabile”, tipo la salvaguardia degli oceani. Come a dire, parafrasando la funzione degli orologi: “è tempo si responsabilizzarsi”.

L’obiettivo di “Blue Forest” va nella direzione di sensibilizzare il visitatore al rispetto al patrimonio verde che ci circonda, così prezioso e vitale. La provocazione è quella indurre lo spettatore a interrogarsi sul messaggio dell’artista ma anche di cogliere l’essenzialità esplicita delle cose, natura in primis. I disegni a matita dello stesso Lucio Micheletti sono visibili nelle sedi e nei punti vendita Girard-Perregaux.