DESTINATIONS

Basilea loves Picasso

Con un referendum Basile decise di acquistare alcuni dipinti di Picasso, fino al 21 giugno in mostra con altre opere delle collezioni cittadine

Con un referendum la capitale culturale della Svizzera decise di acquistare alcuni dipinti del Maestro, fino al 21 giugno in mostra insieme alle altre opere delle collezioni cittadine

di Silvana Benedetti e Laura Botta

Definire Basilea con la sola espressione di  “Capitale Culturale della Svizzera” può risultare riduttivo. Soprattutto perché questa città offre tantissimo anche in materia di storia, relax e piaceri gastronomici. Che si tratti di un bagno nel Reno, di una sera al teatro di prosa, o di una gita in barca, Basilea è in grado di proporre nel giro di poco tempo un’eccellente visione d’insieme. Il modo migliore per scoprire il centro città è quello di seguire i cinque itinerari pedonali del centro storico. Ognuno di questi mostra la città e i suoi sviluppi sotto aspetti diversi. Per ogni gusto e per tutti i palati. Se si è alla ricerca di raffinatezze architettoniche Basilea è la città ideale. Partendo dalla famosa coppia di architetti di casa Herzog & de Meuron, proseguendo poi con Richard Meier, Frank O Gehry, Mario Botta, affiancati da numerosi altri colleghi famosi, ognuno di loro ha realizzato alcuni dei migliori progetti proprio qui. Basilea è in costante evoluzione,  brulica di novità e possiede una  carica di dinamismo che si avverte in ogni angolo della città. Un terreno molto fertile per la creatività dei giovani designer. E non è finita qui. Basilea possiede quasi 40 musei con mostre di fama mondiale, una realtà unica in Svizzera e di primissima qualità anche su scala internazionale. Tra queste una imperdibile occasione per gli amanti di Picasso: fino al 21 giugno, il Kunstmuseum presenta un’ambiziosa retrospettiva delle sue opere con provenienza esclusiva dalle collezioni di Basilea. Per la prima volta saranno esposte insieme le opere di Picasso di proprietà del Kunstmuseum Basel e quelle della fondazione Beyeler. Inoltre, la mostra comprende  numerose opere provenienti dalle collezioni private di Basilea alcune delle quali mai esposte prima al pubblico.

The Picassos are Here (Picasso è qui) è il titolo della mostra che fa riferimento al legame molto speciale della città con Picasso e del suo rapporto singolare con l’artista. Nel 1967 i cittadini di Basilea, attraverso un referendum, hanno approvato una spesa municipale di 6 milioni di franchi, e una eccezionale raccolta di fondi per assicurare al Museo due importanti dipinti (Les deux Frères e Arlequin assis). Picasso fu talmente commosso da questa democratica dimostrazione di amore nei suoi confronti da donare alla città tre dipinti e un famoso studio per Les Demoiselles d’Avignon. La straordinaria convergenza di queste proprietà ha contribuito alla realizzazione di una vasta esposizione che comprende tutti i periodi creatività artistica  più importanti dell’opera di Picasso ai massimi livelli.

Raggiungere Basilea è comodo e facile. La città rappresenta un nodo ferroviario centrale in Europa e offre collegamenti eccellenti anche grazie alle sue tre stazioni principali: la stazione svizzera, quella francese, e la tedesca, tutte ubicate nel cuore della città.

Gli ospiti che soggiornano in uno dei tanti hotel di Basilea, riceveranno un Mobility Ticket che consente di utilizzare gratuitamente l’ottima rete di trasporto pubblico per tutta la durata del soggiorno.

Informazioni
www.basel.com
www.myswitzerland.com
www.kunstmuseumbasel.ch