NEWS

Visti in Myanmar

Visti d’ingresso direttamente all’arrivo per alcuni paesi dell’Unione Europea

Visti d’ingresso direttamente all’arrivo per alcuni paesi dell’Unione Europea

Di Teresa Cremona

E’ entrata in vigore il 1 ° febbraio, in Myanmar la normativa che consente ai cittadini di Austria, Belgio, Bulgaria, Canada, Cipro, Repubblica Ceca, Estonia, Finlandia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Israele, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia e Slovenia di avere la possibilità di ottenere il visto d’ingresso nel paese al momento del loro arrivo negli aeroporti internazionali di Yangon e Mandalay.

Ci sono tre tipi di categorie di visti: business, ingresso turistico e di transito, con un costo rispettivamente di U$ 50, US$ 40 e U $ 20 (B1, 500, B1, 200 e B600). La durata di un visto d’affari è di 70 giorni , mentre i visti turistici di ingresso per seminari, convegni e workshop sono validi per 28 giorni.

In un prossimo futuro l’emissione del visto al momento dell’ingresso nel Paese è prevista anche per: Australia, Brunei, Cambogia, Cina, Danimarca, Francia, Germania, India, Indonesia, Italia, Giappone, Laos, Malesia, Nuova Zelanda, Norvegia, Filippine, Singapore, Corea del Sud, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, Thailandia, Regno Unito, Stati Uniti e Vietnam.

Per ulteriori informazioni www.myanmarvisa.com/