Italy

Salviamo la mozzarella

Salviamo la Mozzarella di Bufala Campana DOP firmando la petizione del Consorzio di Tutela

Salviamo la Mozzarella di Bufala Campana DOP firmando la petizione del Consorzio di Tutela

Di Teresa Cremona

Non tutti sanno, ma è bene che tutti sappiamo che è stato approvato un decreto che obbliga gli operatori inseriti nel sistema di controllo della DOP a produrre Mozzarella di Bufala Campana in stabilimenti esclusivamente dedicati a tale produzione.

Per meglio chiarire il concetto: secondo questa disposizione negli stabilimenti dove si produce la mozzarella DOP non si può produrre nessun altro tipo di formaggio o latticini, nemmeno ricotta di bufala.

Quindi i produttori dovrebbero costruire nuovi laboratori. Risulta evidente che in questo momento di recessione nessuno è in grado di finanziare o di trovare finanziamenti per nuovi investimenti.

Questo provvedimento mette a rischio la stessa sopravvivenza della mozzarella a marchio DOP, dal momento che da luglio quando entrerà in vigore la legge molte aziende si vedranno costrette alla scelta di abbandonare la DOP per dedicarsi alla produzione di formaggi non certificati, prodotti con latte bufalino anche di altra provenienza, di costo e di qualità inferiori.

“Salviamo la Mozzarella di Bufala Campana Dop” è lo slogan scelto per la petizione popolare.

Ecco il testo completo dell’appello:

“I tesori si tramandano, non si distruggono. A causa di una legge assurda, la Mozzarella di Bufala Campana DOP è destinata a scomparire a partire dal 1 luglio. Aiutaci a salvare uno dei più grandi prodotti italiani. Aiutaci a non perdere un simbolo del Sud che lavora e che produce. Non permettere che le future generazioni non conoscano una delle cose più buone del mondo.

Firma la nostra petizione”.

L’invito è rivolto a chiunque abbia a cuore il destino della mozzarella e della filiera bufalina: dai rappresentanti delle istituzioni agli chef, dai foodies ai consumatori.

“Sono già 44 le aziende aderenti al Consorzio di Tutela – fa sapere il direttore Antonio Lucisano – che ci hanno comunicato che dall’1 luglio non produrranno più mozzarella di bufala DOP, a causa dell’entrata in vigore delle nuove norme. Si tratta di aziende che rappresentano circa il 63 per cento della quantità di prodotto certificato.

Inoltre sono tanti anche gli attestati di solidarietà che ci pervengono in queste ore.

Tutti ci chiedono di fare ogni sforzo per salvaguardare il futuro di un prodotto unico.

Per questo abbiamo ideato l’iniziativa, che stiamo diffondendo innanzitutto via web, chiedendo il massimo sostegno”.

È possibile firmare la petizione on line sul sito del Consorzio di Tutela www.mozzarelladop.it e sui profili facebook (Fanpage: Mozzarella di Bufala Campana DOP) e twitter (@Mozzarella_DOP).