DESTINATIONS

Il Ballo della Rosa

Karl Lagerfeld alla regia del Ballo della Rosa 2013, che celebra i 150 anni della Société des Bains de Mer di Monte-Carlo

Karl Lagerfeld alla regia del Ballo della Rosa 2013, che celebra i 150 anni della Société des Bains de Mer di Monte-Carlo


Di Sara Magro

Grace Kelly voleva un evento che rappresentasse il Principato di Monaco sulla scena mondana internazionale. E nel 1954 incaricò Henry Astric di organizzare una serata danzante alla Société des Bains de Mer (SBM). E lui invece di animare la pista con samba, foxtrot e altri ritmi esotici in voga allora, scelse un programma rétro, con valzer, rose rosse e musica di cento violini. La serata fu un successo clamoroso. Si ripetè negli anni successivi diventando un appuntamento immancabile per l’alta società e il jet set. Nel 1975 divenne un evento di beneficienza con una tombola ricca di premi di valore e fu trasferito nella Salle dell’Etoile del Monte-Carlo Sporting Club, una sede più scenografica con un soffitto stellato di mille lampadine bianche e blu. Nel 1977 fu introdotta la novità del tema, ogni anno diverso: gypsy music, can-can, Charleston, tango e ospiti del calibro di Alfredo Arias, Annie Fratellini, Jérôme Savary. Da allora il Ballo della Rosa di marzo è uno delle serate di gala più importanti del mondo.

L’edizione del 2013, il 23 marzo, è speciale perché celebra i 150 anni della Société des Bains de Mer, la più antica società di gioco e turismo di lusso del Principato di Monaco. Per l’occasione, la Principessa Caroline di Hannover, presidente della Fondation Princesse Grace, ha affidato la regia del Bal de la Rose du Rocher all’amico Karl Lagerfeld, che ha subito pensato a «un ballo bello e pop!». Lo stilista ha infatti scelto di giocare sul contrasto tra la Belle Epoque, con le sue regole e la sua etichetta compita, e un finale di serata senza schemi. Come sempre un’orchestra di violini accoglierà gli ospiti nella hall dello Sporting Monte-Carlo. Dietro una balaustra decorata a trompe l’oeil, le pareti tappezzate di cartoline vintage proiettano nelle atmosfere dei primi Novecento di Place du Casinò. Poi si entra nella Salle des Etoiles allestita come se fosse lo storico Casinò con il Jardin d’Hiver progettato dall’Ecole Eiffel all’interno dell’Hôtel Hermitage. Anche la mise en place imita i tavoli da gioco, con dadi e gettoni colorati che si intravvedono stampati sulle tovaglie tra le porcellane e i vasi colmi di rose baccarà, rose antiche, peonie e papaveri. Tombola, danze, un’orchestra d’archi e mille ospiti sempre con lo stesso obiettivo: come diceva François Blanc, fondatore della SBM, «Qui, noi, dobbiamo far sognare».

Prenotazioni Monte-Carlo SBM:
tel. +377 98 06 63 41; b.fabry@sbm.mc
Ore 20: apertura delle porte della Salle des Etoiles
Dress code: giacca e cravatta nera per i signori, abito da sera
per le signore.
Prezzo a persona: 750 €

Nella foto in alto: Caroline e Renzo Rosso al Ballo della Rosa del 2012.