Europe

Fabriken Furillen

Sull’isola di Gotland, in un’area demilitarizzata, una ex fabbrica di calce diventa un hotel di lusso

Sull’isola di Gotland, in un’area demilitarizzata, una ex fabbrica di calce diventa un hotel di lusso

Di Teresa Cremona

L’hotel Fabriken Furillen, ospitato in una ex fabbrica di calce, è situato nella penisola di Furillen, nella parte nord-occidentale dell’isola di Gotland la più grande isola della Svezia.

Il fotografo Johan Hellström visitò per la prima volta questa penisola quando il territorio era ancora zona militare, circondato da filo spinato ed off-limits e la parte non militarizzata era occupata da cave di pietra calcarea, lavorata in loco per essere trasformata in calce. Ritornò nel 1999 e trovò un’area smillitarizzata e post-industriale e completamente abbandonata, immersa in una natura intatta e selvaggia. Allora acquistò tutta la terra disponibile, inclusi gli stabilimenti della ex Fabriken Furillen che oggi sono stati convertiti nell’omonimo hotel con 16 stanze e un ristorante tipico ospitato negli spazi un tempi adibiti a mensa degli operai e dove ora si possono gustare piatti preparati con ingredienti locali e stagionali provenienti dalla fattoria dell’albergo.

L’architettura industriale dell’edificio è stata preservata ed i materiali originali riciclati e riutilizzati in un progetto che vede il design fondersi con il minimalismo svedese e il risultato è ricco di fascino rustico. Gli interni sono resi accoglienti da uno stile scandinavo moderno e minimale che decala tutte le sfumature del grigio e del bianco, colori per richiamare il paesaggio circostante. Le camere hanno magnifica vista sul Mar Baltico o sulle colline che si sono formate ai tempi della estrazione della ghiaia, e sono arredate con rigorosa armonia, dotate di letti Hästens, di apparecchi Bang & Olufsen e con WiFi gratuito, e tutte le Superior hanno terrazza. Ma per chi vuole un maggiore contatto con la natura ci sono anche due cottage isolati sulla punta meridionale della penisola. Nelle vicinanze c’è il paesino di pescatori di Lergrav da dove con il traghetto si raggiunge l’isola di Faro, quella che scelse il regista Ingmar Bergman come suo ritiro, oppure si può esplorare la penisola con le biciclette (marca “Sheppskult”) offerte dall’hotel.

Collegamenti con Gotlalnd: si arriva a Visby città medievale patrimonio mondiale dell’UNESCO o con traghetti ad alta velocità che partono tutti i giorni da Stoccolma, con un viaggio di circa tre ore o in aereo con voli diretti da Oslo, Helsinki, Amburgo, Stoccolma, Göteborg e da altre città svedesi.

Da Visby all’hotel Fabriken Furillen 45 km; circa 1h d’auto.

Fabriken Furillen
tel. +46/498223040
ristorante +46/498223040
fabriken@furillen.com
www.furillen.com