HOTEL, SPA & CO

Aman Canal Grande

La compagnia di hotel superlusso di Hong Kong apre a Venezia in un palazzo del ‘500, con stucchi e affreschi del Tiepolo

La compagnia di hotel superlusso di Hong Kong apre a Venezia in un palazzo del ‘500, con stucchi e affreschi del Tiepolo

Di Sara Magro

Il primo giugno a Venezia, nello stesso giorno della Biennale dell’Arte (fino al 24 novembre), apre l’Aman Canal Grande in uno di quei nobili palazzi che fiancheggiano la principale arteria della Serenissima.

Aman Canal Grande, primo indirizzo italiano dei prestigiosi Amanresorts, è nel sestiere di San Polo, il più piccolo dei sei quartieri di Venezia, con belle residenze, chiese ricche di tesori e un mercato vivace. L’hotel occupa due case affiancate, e una di queste è Palazzo Papadopoli, realizzato nel Cinquecento dall’architetto Gian Giacomo dé Grigi, e poi rivisitato nell’Ottocento in stile Neo-rinascimentale e Rococò da Michelangelo Guggenheim, progettista, collezionista e antiquario di spicco dell’epoca.

Com’è giusto che sia, all’Aman Canal Grande si arriva via acqua. Si sbarca su un piccolo deck in legno e subito si entra nella reception, uno spazio magnifico con soffitti alti, affreschi, stucchi e uno scalone d’onore che sale al piano nobile dove sono il bar e il ristorante con tre sale (tutte vista Canale) e due menu, italiano e asiatico.

Il salotto, la biblioteca, la Stanza del Tiepolo e la Stanza Gialla sono gli spazi comuni al quarto piano, per leggere, giocare a scacchi o a backgammon, fare uno spuntino veloce. Con l’ascensore si sale ancora più su, fino alla terrazza affacciata sui tetti di Venezia. Difficile immaginare uno scorcio più romantico! Sebbene anche il giardino quasi sospeso sul Canal Grande con i tavoli apparecchiati per il pranzo faccia una concorrenza spietata. Sul retro c’è anche un altro giardino segreto che si apre verso San Polo e le calli.

Le 24 suite sono diverse, alcune con affreschi e fregi, altre con un piccolo giardino privato, altre con “vista canale”, e tutte con arredi moderni, letti extra large, zona giorno separata con divano, scrivania, postazione tv e postazione per i device wifi. Tre suite interpretano al meglio lo stile del nuovo hotel: la Sansovino, con il camino del XVI secolo disegnato da Jacopo d’Antonio Sansovino; l’Alcova Tiepolo (nella foto qui sopra) con il salotto cinese dipinto a mano (nella foto sotto) e i soffitti della camera affrescati da Giovanni Battista Tiepolo; e la suite Grand Canal con una magnifica finestra ad arco affacciata sul passaggio di gondole e vaporetti.

Al terzo piano è prevista una piccola spa con tre cabine, e una palestra attrezzata per fare aerobica, pesi e stretching.

La posizione è strategica sia per la visita ai monumenti, sempre raggiungibili con una passeggiata tra una delle più belle scenografie del mondo e tra le molteplici esposizioni internazionali della Biennale, in programma dal 1 giugno al 24 novembre 2013.
www.amanresorts.com