DESTINATIONS

Casa-museo dell’operaio

Habitatge 1/11: come un gruppo di architetti di Barcellona vedeva l’appartamento ideale dei lavoratori negli anni ’30

Habitatge 1/11: ecco come un gruppo di architetti di Barcellona vedeva l’appartamento ideale per la classe lavoratrice negli anni Trenta


All’inizio degli anni Trenta, durante la II Repubblica spagnola, il Grup d’Arquitectes i Tècnics Catalans per al Progrés de l’Arquitectura Contemporània (GATCPAC), un pool di architetti visionari e all’avanguardia, aveva studiato un modello di unità abitativa per la classe operaia che suddivideva spazi privati e pubblici, salvaguardando contemporaneamente il confort e l’identità collettiva. Era l’Habitatge 1/11 all’interno di Casa Bloc, un condominio nel quartiere popolare di Sant Andreu. Ma il progetto ebbe vita breve, censurato dal potere durante la guerra civile.

Dallo scorso 31 marzo l’appartamento-modello, restaurato dall’Institut Català del Sòl e dall’Institut de Cultura de Barcelona e gestito dal Disseny Hub Barcelona, si può vedere con gli spazi e gli arredi originali disegnati da Josep Lluís Sert, Josep Torres Clavé e Joan Baptista Subirana tra il 1932 e il 1939. Il duplex di 60 metri sembra progettato oggi, con doppia esposizione, luce naturale e netta separazione tra zona giorno e zona notte: al piano inferiore ci sono ingresso, lavanderia con doccia, cucina, bagno, sala da pranzo e balcone; sopra due camere da letto.

Il condominio Casa Bloc è uno dei monumenti iconici dell’architettura razionalista di Barcellona, già dal 1992 dichiarato “bene d’interesse culturale” dalla Generalitat de Catalunya.

Habitatge 1/11, Cas Bloc
C. d’Almirall Pròixida, 1-3-5
www.dhub-bcn.cat
Solo su appuntamento per gruppi di massimo 15 persone.: tel. +34/932563463