HOTEL, SPA & CO

Baita Sagron Mils

La sfida di un piccolo comune sulle dolomiti bellunesi per dare oppotrunità ai giovani del posto

La sfida di un piccolo comune sulle dolomiti bellunesi per dare oppotrunità ai giovani del posto

Di Teresa Cremona

E’ il Comune trentino più lontano dal capoluogo, 187 abitanti fra Sagron e Mis che sono i centri più importanti e poi ci sono le piccole frazioni di Matiuzzi, Pante, Marcòi, Casère, Vori. Siamo nel cuore delle Dolomiti, tra il Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino ed il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, paesaggi incantati di boschi e di grande natura. Solo 187 abitanti dunque ed allora il sindaco di Sagron Mis, Luca Gadenz, ha deciso di combattere lo spopolamento del suo comune con il turismo, così a marzo 2012 ha indetto un bando per la gestione di una struttura alberghiera, con la clausola che a lavorare nell’hotel fosse solo personale del luogo.

Il vincitore è Luca Contarin, albergatore padovano, nuovo gestore della Baita Sagron Mis-Dolomiti che ha aperto a settembre mettendo al lavoro giovani del posto che altrimenti sarebbero stati costretti ad andarsene. Una vacanza a Sagron Mis significa non solo natura ma anche scoprire tradizioni altrove scomparse, qui ancora vive lo sfalcio tradizionale dell’erba, la tecnica del “bater la falz”,battere la falce per affilarne la lama, quella del “far i mar” i piccoli mucchi ordinati, disposti sul prato per proteggere il fieno in caso di pioggia, e quella di trasportare il fieno essiccato su un grande telo di lino di forma quadrata (il lenzuol), chiuso come un voluminoso fagotto che si carica sulle spalle.

Baita Sagron Mis
Località Giasenei via Prà di là 4,  Sagròn Mis (Trento)
tel. +39 0439-65085
cell. +39 345.9590494
www.baitasagronmis.eu

Prezzi: a partire da 48 euro a persona in mezza pensione.