DESTINATIONS

Aletsch Arena

Oltre cento chilometri di piste in una cornice naturale che abbraccia i quattromila più belli d’Europa e il ghiacciaio dell’Aletsch. Raccomandato agli sciatori in erba, ai discesisti insaziabili, ai ciaspolatori per caso, ai trekkisti d’alta quota…

Aletsch Arena - Betmerhorn

Aletsch Arena – Betmerhorn

di Laura Ferrari

Scesi dalla cabinovia del Bettmerhorn, 2856 metri, fatti pochi passi in direzione del belvedere, lo sguardo coglie il panorama seguente: a nord serpeggia fino ai nostri piedi, circondato dalle Alpi Bernesi, il ghiacciaio dell’Aletsch, che con i suoi 23 km di lunghezza e 27 miliardi di tonnellate di ghiaccio è la più lunga lingua di ghiaccio delle Alpi nonché cuore del patrimonio mondiale Unesco Jungfrau-Aletsch. Verso occidente, si distinguono in lontananza il gruppo del Bianco e l’inconfondibile profilo del Cervino (o più altisonante Matterhon). Il potente bastione delle alpi Pennine si staglia a sud-ovest, con i massicci del Monte Rosa e del Mischabel, dominato dal Dom, settimo over 4000 delle Alpi. Altre cime completano la cornice d’alta quota delineando l’orizzonte meridionale, apice estremo delle sponde del Goms, l’ampia valle della Alto Vallese in cui scorre il giovane Rodano (che qui chiamano Rotten), sul versante opposto rispetto a quello in cui ci troviamo. Canaloni e pendii scoscesi corrono giù fino ad arrivare al letto del fiume per poi risalire, generosamente soleggiati, e trasformarsi nelle distesa di neve a perdita d’occhio che dà vita alle piste dell’Aletsch Arena.
È una vista spettacolare. Una bellezza che, come accade con tutte le meraviglie della natura, rischia di trasformarsi in puro luogo comune quando la si descrive, eterno problema delle cartoline.

L’Aletsch Arena è il grande comprensorio sciistico che si estende sui pendii a monte di Riederalp, Bettmeralp e Fiescheralp, tre località a ridosso dei duemila metri, adagiate su terrazze assolate che sovrastano la valle del Rodano. Per arrivare ai tre villaggi bastano dieci minuti in funivia, con imbarco da Mörel, Betten Talstation o Fiesch, facilmente raggiungibili lungo la strada che percorre il fondovalle. Stress e automobili si fermano qui. Alleggeriti di questo fardello si è pronti ad accogliere il paesaggio fiabesco che attende i visitatori all’uscita della funivia. A questo punto, gli ski-addicted possono scatenersi sugli oltre 100 chilometri di piste, collegate da 35 modernissimi impianti di risalita. Per coloro invece che preferiscono muoversi a piedi vi sono 72 chilometri di tracciati escursionisti invernali. Il sentiero di cresta da Moosfluh a Riederfurka, lungo il ghiacciaio dell’Aletsch, è considerato uno dei sentieri d’alta quota più belli delle Alpi. Sul sentiero panoramico Riederalp-Bettmeralp-Fiescheralp (battuto a prova di passeggino), con successiva corsa in funivia verso l’Eggishorn (che raggiunge i 2.869 metri), i girovaghi della neve vedranno l’altopiano dell’Aletsch in tutta la sua magnificenza, e potranno godere di un’eccezionale visuale sull’intero omonimo ghiacciaio.

Come un paio di scarpe, sci e snowboard si sganciano direttamente davanti all’ingresso del proprio alloggio, sia un appartamento o uno dei numerosi hotel che si trovano in quota. È un privilegio che accompagna di rado chi pratica sport invernali e avvicina ulteriormente sciatori e surfisti al loro elemento naturale.

La manna del turismo invernale qui viene coltivata con cura. Si attendono i primi fiocchi, poi si provvede a creare uno strato di neve artificiale per formare uno zoccolo bianco che costituirà una solida base per le nevicate future. Se scende troppa neve il servizio di sicurezza delle piste aziona di buon’ora i dispositivi per lo sganciamento programmato delle valanghe con esplosivi, dirigendo sui pendii a rischio la squadra degli artificieri e di altri collaboratori coinvolti in tali operazioni. Viceversa, in caso di stagioni secche, avanzati impianti d’innevamento alimentati esclusivamente con risorse naturali garantiscono discese in bianco fino ad aprile.

Una raclette fumante accompagnata dall’ottimo vino del Vispertminen (dove si trovano i vigneti più alti d’Europa), è il gustoso epilogo di una giornata trascorsa lasciando le proprie tracce sull’incurante trionfo nevoso dell’Aletsch.

Quanto costa sciare. Ecco i prezzi per skipass giornaliero: adulti circa 46 euro (55 ChF); ragazzi fino ai 20 anni, 40 euro (47 chf); bambini dai 7 ai 16 anni, 24 euro (28 chf), gratis fino ai 6 anni. Per chi ha figli, se i genitori – uno o entrambi – acquistano uno skipass per famiglie si usufruirà di un terzo abbonamento per bambini gratis. Esiste inoltre una formula di ‘skipass trasferibile’, rivolto ai genitori costretti a darsi il cambio nell’accudimento dei più piccoli, che possono così alternarsi sulle piste con un unico abbonamento.

Riconoscimenti. La predisposizione del luogo nell’accogliere le famiglie è confermata dalla valutazione dell’autorevole portale dedicato al riconoscimento delle migliori stazioni sciistiche d’Europa (Skiresort.de), che colloca l’Aletsch Arena in terza posizione nelle classifica Best Ski Resort 2012, attribuendo alla località il massimo punteggio per l’offerta rivolta a mamme, papà e pargoli.

Dove dormire. Dal rifugio all’albergo ultra confortevole, non è difficile trovare tra i 10mila posti letto a disposizione la sistemazione più idonea. A Riederalp, gli hotel Art Furrer (dal nome dell’estroso proprietario, leggenda e pioniere mondiale del freestyle) dispongono di tre resort di fascia diversa (tra i quali l’unico 4 stelle ‘S’ della regione, prezzi a partire da 270 ChF) e del Mountain Hotel Riederfurka con camere e camerata per i più sportivi (a partire da 60 ChF).

Come arrivare. Con l’auto, valicando il passo del Sempione, aperto tutto l’anno, o caricando l’auto sul treno dal terminale di trasbordo Iselle-Briga. In treno, con le Ferrovie Federali Svizzere (FFS) fino a Briga e da qui coincidenza con la Matterhorn Gotthard Bahn (MGB) fino alle stazioni Mörel, Betten Talstation e Fiesch.

Info: Valais/Wallis Promotion, Rue Pré-Fleuri 6, 1950 Sion (Svizzera), tel. +41/273273570, www.vallese.ch