GOURMET

Salsamenteria San Giovanni

Un’antica cantina di Grottammare diventa un raffinato bistrò per spuntini e merende di qualità

Di Teresa Cremona

C’erano una volta, negli anni ’50, numerose cantine per far merenda, per lo spuntino con salumi locali, formaggi di qualità e vino. A Grottammare, caratteristico borgo delle Marche, ce ne erano veramente tante: una sorta di piccoli alimentari dove si poteva acquistare e consumare il cibo direttamente sul posto, in un ambiente familiare.

Di recente, uno di questi piccoli locali, chiuso da vent’anni, è stato recuperato e riaperto e trasformato da cantina in un piccolo bistrò, dalla atmosfera un po’ francese, per una ristorazione originale. Si chiama “salsamenteria San Giovanni” si trova proprio nella piazzetta centrale di San Giovanni, da cui il nome e vuole essere un punto di incontro, scambio e ritrovo in tutte le ore della giornata.

La ristrutturazione è stata curata dall’interior designer Roberto Pazzi che ha prestato molta attenzione ai dettagli e al recupero degli elementi. Per la pavimentazione è stato utilizzato un pavimento in pietra del ‘700, così come sono della stessa epoca le piastrelle in maiolica napoletane, usate per il rivestimento. Il colore che prevale è un grigio-verde acqua raffinato, di particolare effetto le pitture delle volte del locale che sono state realizzate con antiche tecniche a calce.

Tutto l’arredamento è stato realizzato su disegno da artigiani e restauratori locali, i corpi illuminanti sono del designer Ingo Maurer. Tavoli grigi e sedie in ferro battuto anche sulla piazzetta, illuminata dalle luci di candele “chiuse” tra gabbie di uccelli; un paio di tavoli sono collocati in una piccola grotta bianca con una fontanella antica. Pochi coperti, Menù stagionali, morbide focacce e dolci fatti in casa, Vini scelti con passione e notevole ricercatezza.

Salsamanteria San Giovanni
via San Giovanni Battista 3
Grottammare (Ascoli Piceno)
tel. 0735736460