DESTINATIONS

Capodanno a pedali

Sardegna in bicicletta per iniziare l’anno nuovo alla scoperta di paesaggi, tradizioni e cultura. Clima mite e accoglienza di charme.

Sardegna in bicicletta per iniziare l’anno nuovo alla scoperta di paesaggi, tradizioni e cultura. Clima mite e accoglienza di charme

[slideshow id=140]

Di Gianmario Marras

Calorie extra in vista per le prossime feste? Nessun problema, per smaltirle vi proponiamo una pedalata di 3 giorni in Sardegna, lungo la costa occidentale, alla scoperta dell’inconsueto paesaggio dell’isola fuori stagione. Clima mite (siamo sui 15-18 gradi), natura, cucina genuina, borghi immersi nel silenzio e accoglienza in alberghi diffusi. Si parte il 28 dicembre da Cabras, paese affacciato su stagni e lagune a pochi minuti dal mare e si arriva il 31 dicembre in vista di Alghero e delle sue splendide architetture catalane. Tappe intermedie all’Antica Dimora del Gruccione, albergo diffuso di Santu Lussurgiu (i piatti dello chef Roberto Flore sono una meraviglia) e a Bosa, cittadina di impronta medioevale, fra il fiume Temo (navigabile con gite verso la chiesa romanica di San Pietro) e il castello di Serravalle del XII secolo. Natura, arte, gastronomia d’eccellenza con degustazioni in cantina, tradizioni artigiane come quella della fabbricazione di coltelli a Santu Lussurgiu e quella orafa, con filigrane e corallo a Bosa e ad Alghero. A guidare il gruppo, Simone e Marcello, bikers esperti, con una conoscenza profonda del territorio, con furgone di assistenza al seguito, che sarà apprezzato soprattutto durante le salite.

Informazioni e prenotazioni: www.anfibia.it e-mail: booking1@fatravel.it tel.: +39.070.8943272.

Il costo escluso il viaggio è di € 549.

Questo il programma:

Venerdì 28 dicembre – Arrivo
Il nostro viaggio comincia a Cabras,  paese d’acqua immerso in un mare di luce, dove ci incontreremo nel pomeriggio per conoscere le guide, prendere confidenza con le  bici e brindare al nostro viaggio nella storica azienda vinicola Contini, degustando la Vernaccia di Oristano, uva antica che questa cantina ha saputo preservare creando un vino di alta espressione del territorio. Ceneremo e alloggeremo nella cornice dell’ Albergo Diffuso Acquae Sinis, perla di architettura ecosostenibile nel centro di Cabras.

Sabato 29 dicembre – da Cabras a Santu Lussurgiu (km 35)
Dopo colazione partiamo per la prima facile tappa del tour,  lasciando l’ambiente lagunare di Cabras per cominciare la facile ascesa che ci porta nel territorio del Montiferru, esplorando paesi dalle tradizioni vive e dediti alla coltura dell’olivo. La nostra meta giornaliera è Santulussurgiu, borgo affascinante con il suo labirinto di viuzze che si sviluppa nella bocca dell’antico vulcano. Il nostro hotel, l’ Antica Dimora del Gruccione, è un altro esempio di albergo diffuso, perfettamente integrato nel cuore del paese. Prima di cena ci regaleremo una passeggiata per scoprire laboratori di artigiani che creano vere e proprie opere d’arte, coltelli, gioielli, splendidi oggetti in pelle, per poi tornare in hotel dove ceneremo all’interno di una antica sala dalle volte in pietra.
Domenica 30 dicembre
– da Santu Lussurgiu a Bosa (km 40)
La tappa odierna si svolge attraverso campagne sospese nel tempo, con i panorami sui monti del Marghine e una vista infinita sulla costa occidentale, dove boschi di querce e agrifogli sono interrotti da pascoli smeraldo punteggiati dal tipico manto rosso delle mucche di questa zona. Durante la giornata, avremo la possibilità di visitare il Museo Casa Deriu, la Pinacoteca Melkiorre Melis e la Pinacoteca Antonio Atza. La tappa odierna si conclude a Bosa, borgo dominato dal Castello di Serravalle che da oltre 900 anni veglia sul fiume Temo. Bosa è più di un paese, è semplicemente uno dei posti più allegri di tutta l’isola, come raccontano anche i colori vivaci delle sue case, famosa per la malvasia e per il carnevale che ancora conserva i riti pagani. Cena libera e pernottamento nell’ Albergo Diffuso Corte Fiorita.
Lunedì 31 dicembre
– da Bosa ad Alghero (km 40)
Dopo due giorni di immersione nella bellezza naturale del paesaggio sardo, pedaleremo sospesi sul mare lungo una strada maestosa e incorniciata da imponenti montagne di rocce brune, ascoltando il silenzio di un ambiente incontaminato dove regnano i grifoni. L’arrivo ad Alghero è emozionante, con la città che si svela in lontananza con la sua pietra gialla e il suo sapore catalano. Dopo l’arrivo in hotel, celebreremo il nostro viaggio con un aperitivo, preparandoci per festeggiare l’arrivo del nuovo anno lungo gli antichi bastioni sul mare nell’affollatissimo Cap d’Any Algherese. Pernottamento presso l’ Hotel Carlos V *****.

Martedì 1 gennaio – Partenza
Dopo colazione, saluti e partenza.