Italy

Dove andiamo in ferie?

Vacanze italiane contro la crisi: Riviera romagnola al top, Sardegna in calo. ll 66% degli italiani resta in patria per trascorrere il ferragosto. Secondo l’Osservatorio trivago.it, in confronto al 2011 si registra un calo del 7% del prezzo medio nelle località al mare, tra le quali spiccano per il numero di ricerche alberghiere online la riviera romagnola, la Campania e la Puglia


La tendenza generale dei turisti italiani è di soggiornare in patria piuttosto che all’estero: in confronto a ferragosto 2011 si registra infatti un aumento dell’8 per cento del numero di ricerche alberghiere online su destinazioni nazionali, pari quest’anno al 66 per cento del totale. La seconda nazione più ricercata si conferma la Spagna, molto visitata dai turisti di casa nostra, specialmente per quanto riguarda Barcellona e le Baleari. Per quanto riguarda le singole regioni sarà un ferragosto “bollente” quello dell’Emilia Romagna, regina incontrastata dell’estate italiana con il 12.6 per cento delle ricerche alberghiere online effettuate dai turisti di casa nostra. Il giorno più caldo dell’anno non sarà da meno anche in Campania e Puglia, entrambe sul podio delle regioni d’Italia più ricercate sul web, rispettivamente con il 10.9 e l’8.3 per cento. Continua il trend negativo della Sardegna con un ulteriore calo delle ricerche online rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Ad agosto calo del 7% dei prezzi hotel rispetto al 2011 nelle mete al mare più gettonate

In riferimento ai listini tariffari dello scorso anno, l’analisi  del tHPI* dell’Osservatorio trivago.it evidenzia una diminuzione del 7% del costo del soggiorno nelle mete al mare più ricercate in Italia. I dati più significativi riguardano Gallipoli nel Salento (199 euro a notte), che registra un calo del 27 per cento del prezzo medio a notte per una camera doppia. A seguire Lignano Sabbiadoro (168 euro) con un -21%, Viareggio (190 euro) con un -15%, Catania (90 euro) con un -13% e Rimini (129 euro) con un -9%.

Chic & Cheap: Porto Cervo la più costosa, Tarquinia e Trapani tra le mete low-cost

Tra le località balneari più chic in Italia, a guidare la classifica ci sono Porto Cervo in Costa Smeralda con un prezzo medio in camera doppia di 356 euro, a seguire Forte dei Marmi che si attesta a 344 euro e Villasimius in provincia di Cagliari con un listino di 306 euro a notte. Tra le mete più cheap dove potersi godere un agosto in riva al mare ci sono invece Tarquinia (88 euro), Trapani (93 euro) e Bari (94 euro).

In giro per l’Europa all’insegna del low cost: Budapest e Berlino tra le più economiche

Rispetto allo scorso mese si registrano delle diminuzioni interessanti per chi ha intenzione di visitare una capitale europea. A Roma si registra un -13 per cento con un prezzo medio di 111 euro a notte, a Parigi un -18 per cento a 147 euro, a Bruxelles un -13 per cento con un listino di 88 euro, a Barcellona un -5 per cento a 127 euro. Particolarmente economiche ad agosto Madrid (77€, -9%) e Berlino (89 euro, 0%). Tariffe convenienti anche in Europa dell’est: da Budapest (75 euro, -7%) a Varsavia (63 euro, -6%). A Londra, che in questi giorni fino al prossimo 12 agosto ospiterà le Olimpiadi, c’è un calo del 12 per cento del prezzo medio per soggiornare in camera doppia, ideale per chi ha già in tasca un biglietto per i Giochi ma è ancora alla ricerca di un’offerta hotel last minute da non perdere.

Grafico dell’andamento dei prezzi nelle 50 principali destinazioni europee

http://imgll.trivago.com/contentimages/press/thpi_0812_it.pdf

Grafico dell’andamento dei prezzi nei principali Paesi europei

http://imgll.trivago.com/contentimages/press/0812_paesi_it.pdf