Europe

La Grecia è sicura

Anche se c’è una crisi grave, il Paese, i monumenti, le isole, il mare sono belli e tranquilli come sempre. E in più è economica

Anche se c’è una crisi grave, il Paese, i monumenti, le isole, il mare sono belli e tranquilli come sempre. In più è economica

Di Teresa Cremona

Da poco e come ogni anno, sono stata in Grecia, viaggio individuale, auto a noleggio, 10 giorni di percorso libero e senza prenotazioni, in giro per il Peloponneso.

Ora al mio ritorno e da più parti e da molti amici viaggiatori mi si rivolge sempre la stessa domanda: “Quale è la situazione ? Il paese è sicuro? È il caso di  sceglierlo per le vacanze?”

Poiché non mi sembra il momento di togliere alla Grecia anche le risorse del turismo vorrei dichiarare che il paese è sicuro, tranquillo, accogliente come sempre e assolutamente non merita altre pesanti penalizzazioni. Nulla ma proprio nulla disturba i soggiorni del turista, come sempre la gente è gentilissima, i prezzi  convenienti anzi semmai  nella situazione attuale sono anche flessibili.

Ho visitato tutto il Peloponneso dai posti più turistici a quelli più sperduti trovando collaborazione e gentilezza ovunque.

L’auto in affitto presa e restituita all’aeroporto di Atene è costata per una settimana 150 €, le camere d’albergo, pernottamento e prima colazione e scegliendo sempre soluzioni gradevoli e di buon confort, da 70 € a un massimo di 120 €. Internet è molto spesso gratuito e l’acqua minerale in camera è offerta dagli albergatori e su queste cifre si possono avere ampi margini di risparmio in sistemazioni più semplici; nei ristoranti si mangia con 20/25 €, non è gastronomia gourmet, le preparazioni sono casalinghe e i menu ripetitivi, ma la materia prima è fresca e di territorio.

Paese bellissimo, per molta parte ancora naturale e vero, il contatto con la popolazione è simbiotico, il mare indimenticabile, tutto a costi ragionevoli: per favore continuate a considerate la Grecia fra le mete delle vostre vacanze.