DESTINATIONS

Film d’autore a Londra

Dal 26 al 29 aprile, il Sundance Film Festival in trasferta inglese tra location suggestive e documentari d’avanguardia


Di Valeria Del Vecchio

Non si può prescindere dalla location quando si parla di un Film Festival. Specie se la città ospite è Londra.
Ma rispondiamo con ordine alle domande.

What? Sundance London Festival, versione inglese del Sundance Film Festival, un importante festival cinematografico che tradizionalmente si svolge a gennaio a Park City, sobborgo di Salt Lake City.

Where? Tecnicamente parlando l’O2 è una struttura adibita a esposizioni e concerti. Artisticamente parlando invece è un’opera contemporanea di straordinaria bellezza e grandezza situata nell’East End londinese, nel distretto di Tower Hamlets, vecchia zona portuale. Proprio sotto la cupola futuristica dell’arena, saranno premiati registi, attori e sceneggiatori dei 14 film e documentari in gara.

Who? A dare il via a quella che potremmo definire una delle principali vetrine del cinema indipendente internazionale è stato un attore biondo che ama fare proposte indecenti. Fin dagli anni ’70 Robert Redford si è prodigato per portare al successo e all’attenzione dei media questa manifestazione di cui è stato subito testimonial. Ha fondato, inoltre, il Sundance Institute, un’organizzazione no-profit finalizzata al sostegno del lavoro dei cineasti indipendenti che ha dato voce e spazio alla creatività di registi come Kevin Smith, Robert Rodriguez e Quentin Tarantino.

When? Dal 26 al 29 aprile. Risvegliatasi dal torpore invernale, Londra ritrova quella vitalità che da sempre la caratterizza e spalanca le sue vie e i suoi quartieri alternative chic ad eventi, performance live, mercatini, concerti, mostre, spettacoli all’aperto, etc.

La chicca: Tra i film in gara spicca come la punta di un iceberg al largo di Capo York, Chasing Ice, per l’appunto. A caccia di ghiaccio, la traduzione del titolo di questo cortometraggio, nonché l’impresa, riassunta in un due parole, del fotografo Jason Balog che studia i cambiamenti climatici nel mondo analizzando i ghiacciai (nella foto in alto). Nel 2005 National Geographic gli affida il compito di documentare con le immagini lo scioglimento dei ghiacciai in Islanda. Ma il fotoreporter dall’animo intrepido va oltre le aspettative e le intenzioni del suo “datore di lavoro”. Con la sua attrezzatura raggiunge il Polo Nord e i suoi scatti d’autore in time lapse diventano testimoni di cambiamenti climatici destinati a modificare irreversibilmente l’assetto della Terra. Scienza, spettacolo e passione sono gli ingredienti principali del docufilm diretto e fortemente voluto dal regista Jeff Orlowski.

http://www.youtube.com/watch?v=c-hvbvPMyjg

Per info e prenotazioni:
www.sundance-london.com