TRAVEL DESIGNER

Mission possible a Dubai

Volete vedere dove si svolgono le nuove avventure di Mission impossible? Azemar vi porta in tour in Medio Oriente


Di Andrea Foschi

Il 27 gennaio esce nelle sale cinematografiche italiane Mission Impossible – Protocollo Fantasma, sempre con Tom Cruise. Le sue incredibili acrobazie, senza controfigura, si svolgono a Dubai, e in particolare al Burj Khalifa, il grattacielo a forma d’ago che buca il cielo della città, il più alto edificio del mondo (240 piani, 828 metri), progettato dall’architetto inglese Adrian Smith, nuovo landmark nell’orizzonte di Dubai.

Per guardare lo stesso panorama che nel film  Tom Cruise “ammira” mentre corre sulla facciata dell’edificio dall’osservatorio del 124° piano, il biglietto costa 28 dollari, e bisogna acquistarlo parecchi giorni prima.

«Grazie per aver reso tutto ciò possibile», ha ripetuto Cruise durante la promozione del film, ringraziando per la collaborazione il Burj Khalifa e Dubai, cornice di scene mozzafiato e di grande aiuto nell’esaudire le “Impossible” richieste del regista e della troupe. Per esempio, per alcune riprese sono state addirittura tolte le immense finestre del grattacielo.

Azemar propone una Mission Possible a Dubai, ospiti in uno degli alberghi scelti come location per il film proprio per la sua unicità ai margini dell’irreale: l’Atlantis Palm Juneirah, un’isola artificiale a forma di palma, con un parco acquatico di ben 17 ettari, camere e ristoranti immersi nel mare.

Il pacchetto di 5 giorni/4 notti con prima colazione, comprensivo di volo a/r da Milano, Roma, Venezia, trasferimenti in auto privata dall’aeroporto all’hotel, per partenze fino al 23 di marzo costa 2.260 € in camera doppia (bambini 705 €). Per informazioni: www.azemar.com.