CHRISTMAS 2011

Cenone a Marrakech

Marocco, Francia e Italia in cucina e Scandinavia alla console. Così si festeggia l’ultimo dell’anno al Mamounia

Gran finale 2011 con alta cucina e brindisi elettro funk al Mamounia

Il cenone del 31 dicembre allo storico hotel di Marrakech La Mamounia ha tre location e tre cuochi d’eccezione. Al ristorante Le Marocain, realizzato all’interno di un riad immerso nei giardini dell’albergo, si degusta l’alta cucina marocchina rivisitata dallo chef Rachid Agouray: tartare di salmone e caviale profumato al coriandolo, pastille di aragosta con peperoni rossi e olio d’argan, zuppa di gamberi, tagine di verdure, vitello speziato con carciofi e tartufo, Terrina di mele allo zafferano e creme caramel, croccante alla cannella e piccola pasticceria.

Chi prenota al Le Français by Jean Pierre Vigato (nella foto a sinistra), assaggia composta di funghi gratinati, ostriche in gelatina di mela verde aromatizzata al curry, fois gras con castagne e crostacei, aragosta con macedonia di verdure e caviale, praline di cioccolato e piccola pasticceria.

Poi c’è anche il menù italiano interpretato da uno dei grandi maestri della nostra cucina italiana con ingredienti bio dell’orto del Mamounia. Per l’ultimo dell’anno all’Italien by Alfonso Iaccarino (nella foto a destra) si cena con  cialda di fois gras d’anatra e marmellata di capperi, aragosta in camicia con contorno di castagne e marmellata di limone e rosmarino, cannelloni neri con ricotta, broccoli e scampi, parmigiana di piccione con salsa di ginepro, sorbetto di aceto balsamico e soufflé al limone e pistacchio.

Dopo le dieci si aprono il balli nel Grand Salon. Alla consolle, la dj norvegese Miss Vixen, seleziona musica disco, electro pop, funk e soul.

Cenone del 31 dicembre 2011: 350 € a persona.

La Mamounia
www.mamounia.com