World

A casa di Lloyd Wright

Le case dell’architetto si possono affittare, e si può organizzare un tour tra 4 stati americani soggiornando alle Usonian House

Le case dell’architetto si possono affittare, e si può organizzare un giro tra 4 stati americani soggiornando alle Usonian HouseDi Beatrice Cassina

È probabilmente stato il primo architetto a parlare di architettura organica. Natura, paesaggio, luce, compenetrazione tra esterni e interni, sono gli elementi fondamentali dello stile di Frank Lloyd Wright. Alcuni suoi progetti sono certamente capolavori – come la casa sulla cascata (Kaufmann House) e il Guggenheim Museum di New York – ma la gran parte sono più modesti, come le Usonian House, piccole case a cui Wright continuò a lavorare fino all’ultimo. La sua è un’architettura che si contempla sui libri, si studia nelle università e, se si è fortunati, si vive con una visita guidata. Oggi c’è una possibilità in più: cinque delle Usonian House nel nord est americano si possono affittare e abitare per qualche giorno. Volendo, si può anche pensare a una vacanza on the road per quattro diversi stati. Duncan House, che originariamente era stata costruita in Illinois, è stata salvata dalla demolizione nel 1957, quando fu deciso di trasportarla fino a Polymath Park in Pennsylvania, non lontano da Pittsburgh. Nonostante il “trasporto”, anche i più minimi dettagli della piccola casa (che può ospitare fino a tre persone)  risultano ancora fedeli a come erano stati pensati e disegnati da Wright (www.polymathpark.com; 399 $ al giorno). Spingendosi verso ovest fino a Willoughby, in Ohio, ci si può fermare a Penfield House, una delle 11 firmate dall’architetto nello stato (nella foto sotto a sinistra). Completata nel 1955, questa abitazione rispecchia il modo in cui Wright lavorava. Il professor Penfield era alto più di due metri e la casa è stata costruita su misura per lui. Le grandi vetrate che si affacciano sul parco circostante perdono il senso di filtro-riparo verso l’esterno e diventano invece un invito alla natura per partecipare al design degli interni. La casa, a due piani, ha tre camere e può ospitare fino a cinque persone (www.penfieldhouse.com; 275 $ + tasse). Haynes House,  è invece a Fort Wayne, in Indiana, a 250 chilometri da Chicago (foto sotto a destra). Ancora fedele al progetto originario, è arredata con tutti mobili disegnati dall’architetto. Le tre stanze da letto possono ospitare fino a sei persone. Piccolo inconveniente: qui non sono accettati, oltre a cani e gatti (come in tutte le altre case), neanche i bambini (www.hayneshouse.org; 299 $ + tasse). L’ultima tappa del tour all’insegna dell’architettura di Wright è il Wisconsin. Schwartz House (foto in alto a sinistra), la casa più grande realizzata da Wright oggi in affitto, è a Two Rivers, a 150 chilometri circa da Millwaukee. Immersa nel verde di un grande parco privato e costruita in legno e pietra, ha quattro camere da letto (per un massimo di sei persone), tre camini, uno dei quali esterno, e molte decorazioni floreali stilizzate, tipiche del design di Wright (www.theschwartzhouse.com; da 295 $ + tasse) Sempre in Wisconsin, a Lake Delton, c’è Seth Peterson Cottage, una delle ultime case di Wright (foto in alto a destra). Si trova all’interno del Mirror Lake State Park, ed è oggi un piccolo B&B. L’abitazione, che si affaccia sul lago dove si possono praticare diversi sport, può ospitare fino a quattro persone (www.sethpeterson.org; da 250 $).