Italy

Una vigna eccellente

A Isera l’XI edizione dell’unico concorso vitivinicolo italiano che non premia l’etichetta ma il miglior vigneto di Marzemino

Di Silvia Vettori

Vigna Eccellente, l’ormai noto concorso vitivinicolo promosso dal Comune di Isera (Trento), ha visto l’XI edizione domenica 11 settembre 2011.

I vigneti partecipanti sono stati esaminati sotto il profilo agronomico, sanitario ed estetico/qualitativo, verificando gli aspetti relativi alla corretta impostazione degli impianti e delle operazioni colturali, la sanità delle uve e della vegetazione, l’omogeneità di maturazione, la colorazione delle uve e la presenza sulle stesse di eventuali residui di antiparassitari.

Il miglior vigneto di Marzemino dell’anno è stato assegnato a Alessio Mittempergher; secondo posto per Tiziana Parisi, seguita dall’azienda agricola Maso Fiorini che si è aggiudicata il terzo posto su 38 partecipanti per 54 vigneti.

A decretare i vincitori c’era una giuria di esperti guidata da Attilio Scienza, professore ordinario di Viticoltura al Dipartimento di Produzione Vegetale della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Milano, affiancato da: Paolo Benvenuti, direttore dell’Associazione Nazionale Città del Vino; Flavio Mattedi, agronomo; Francesco Graziola, rappresentante della Cassa Rurale di Isera; il Vicesindaco di Isera  e assessore all’agricoltura Franco Nicolodi; il segretario del Comune di Isera Paolo Zaniboni e dai giornalisti Lucia BellaspigaCarlo Cambi, Paolo MassobrioDavide PaoliniNereo PederzolliAndrea Grignaffini.

Nel corso della premiazione, Attilio Scienza e il Sindaco di Isera Enrica Rigotti hanno lanciato il marchio del Marzemino Etico, un nuovo stimolo per una produzione enologica basata sul rispetto del territorio che propone alcune regole da seguire in vigna limitino quanto più possibile concimi e fitofarmaci stimolando al tempo stesso un corretto uso e risparmio delle risorse naturali.

In occasione della premiazione, è stato proiettato Archetivis, miglior film-documentario sulla vite e sul vino nell’ambito del Festival Internazionale Oenovideo di Parigi, che ripercorre il cammino dell’antico vitigno del Marzemino nel corso dei secoli partendo dal Caucaso per arrivare in Italia attraverso la Grecia.