DESTINATIONS

La campagna va in città

Dal 15 al 18 settembre, Firenze ospita al Parco delle Cascine l’Exporurale 2011, rassegna sulla vita e i prodotti agricoli toscani

Dal 15 al 18 settembre, Firenze ospita al Parco delle Cascine l’Exporurale 2011, rassegna sulla vita e i prodotti agricoli toscani

FIRENZE, 15-18 settembre 2011. Al Parco delle Cascine, il più grande parco pubblico della città, per 3 giorni in un lungo fine settimana, dalle 10 alle 20, sarà come scegliere di andare a vivere in campagna, tra pascoli erbosi e balle di fieno, sentieri nel bosco, passeggiate lungo le sponde di un ruscello o in un vigneto, con soste in una fattoria e pic nic sull’erba con prodotti a filiera cortissima.

La splendida cornice urbana che fu tenuta agricola medicea destinata a riserva di caccia e all’allevamento dei bovini, oggi si popola nuovamente di animali al pascolo, recupera culture antiche, scopre i prodotti del sottobosco e quelli dell’acquicoltura, i farmers’ market, gli artigiani del gusto e le produzioni tipiche. In una superficie di 6 ettari open air con 5.500 metri quadrati di spazi coperti, tra mostre e dibattiti, laboratori e aree per bambini, degustazioni di eccellenze gastronomiche, il visitatore può passeggiare nel Prato del Quercione e attraversare l’area della filiera delle foreste (oltre il 50% della Toscana è coperta di boschi!) e del legno, ricreata come una collina boschiva delimitata da staccionate e fitta di alberi e arbusti di specie diverse e con tanto di funghi nel sottobosco. Entra poi nell’area della pesca e dell’acquacoltura, dove può seguire e “pilotare” modellini di motovedette della Capitaneria di Porto e partecipare ai laboratori di salatura delle sardine o alle dimostrazioni di lancio tecnico, o alla simulazione della pesca. Ma il cuore di Expo Rurale sono la zootecnia e la caccia: l’intero Prato della Tinaia si trasforma per quattro giorni in una fattoria a cielo aperto con la presentazione delle più importanti razze bovine: dalla Calvana alla Pontremolese, dalla Chianina alla Limousine. Un’area speciale è lasciata al mondo della caccia, con le principali razze avicole e dimostrazioni ed esibizioni di falconeria.

Tra le filiere di maggiore appeal c’è sicuramente quella della viticoltura con aziende che hanno più di 1000 anni di storia: a raccontarli Symposium, una mostra di enoarcheologia e anche una vera e propria enoteca dove degustare, guidati da esperti, i migliori vini toscani suddivisi per territori, cru, annate. La ruralità, infatti, non è solo da vedere, ma anche da gustare, con appuntamenti nella cucina del Ristorante delle Pavoniere dove si inizia con la colazione contadina, si prosegue col pranzo in campagna fino alla merenda sotto il pergolato. Non mancano gli show cooking e le animazioni a cura di chef regionali, sia di tradizione che quelli più innovativi.

Expo Rurale 2011