DESTINATIONS

I sapori di una volta

A Guastalla, il 24 eil 25 settembre 2011, in mostra Piante e Animali Perduti, un viaggio sensoriale tra frutti e fiori dimenticati

A Guastalla, il 24 eil 25 settembre 2011, in mostra Piante e Animali Perduti, un viaggio sensoriale tra frutti e fiori dimenticati

Piante e animali perduti GuastallaLa mela a volte sa di pesca o di limone. Questi e altri sapori antichi, che si sono persi nel tempo, si possono ritrovare sabato 24 e domenica 25 settembre 2011, a Guastalla (Reggio Emilia), alla mostra mercato Piante e Animali Perduti dedicata alla riscoperta di frutti, ortaggi, sementi, razze rurali e piante del passato. La succosa pera mora di Faenza, la cinquecentesca mela Cavilla di origine germanica, la Renetta Champagne coltivata in Francia dal 1700, la pera briaca dalla polpa zuccherina e rossa come se fosse imbevuta di vino, e ancora biricoccoli, giuggiole e nespole sono solo alcuni dei 260 frutti ormai spariti dalle nostre tavole. Poi ci sono i fiori: rose mai viste prima salvate dalla passione di vivaisti collezionisti, orchidee, fior di Loto, dalie, cocosmie e iris.

La mostra è anche l’occasione per presentare una speciale miscela di essenze antiche da fiore per far crescere un prato perenne personalizzato e i giardini verticali e dimostrazioni di bio-manutenzione del verde: a tagliare l’erba, senza spreco di energia elettrica, provvedono asini e pecore liberi di brucare.

UIT Informazione e Accoglienza Turistica
strada Gonzaga 37/e, Guastalla
tel. 0522 219812,

uit@comune.guastalla.re.it