TRAVEL DESIGNER

A scuola di viaggio

In Sicilia, per realizzare un carnet di voyage e un reportage, in Puglia, per raccontare l’esperienza con lo smartphone

Il 24 luglio si parte per la Sicilia orientale con il pittore Stefano Faravelli, che per una settimana guida i 10 allievi della Scuola del viaggio al corso di Carnet di voyage. La destinazione – Modica (foto in alto), Cava d’Ispica, la spiaggia di Sampieri – è di grande ispirazione per gli aspiranti acquarellisti come già sono e sono stati il biondo tufo barocco, i muretti a secco, il mare azzurro alla fine di dune dorate per scrittori e pittori locali poeti (Salvatore Quasimodo è di Modica e Vittorini ha vissuto a Scicli, una borgata vicina, dove è attivo un gruppo di pittori intellettuali guidato da Piero Guccione e Franco Sarnari). Dopo l’arrivo e la lezione inaugurale di Carmen Covito, comincia subito la pratica, che prevede esercitazioni itineranti a tema (Lo spirito barocco, La città di Quasimodo, Dietro le quinte, Carnet naturalistico), incontri con lo scrittore Andrea Bocconi (che in quegli stessi giorni coordina il corso di scrittura), visite nei luoghi protetti dall’Unesco o di particolare interesse paesaggistico per chi è alla ricerca di emozioni da utilizzare per la finale mise en page della narrazione di viaggio. Ultimo giorno, 31 luglio 2011. Per quest’anno i posti sono già esauriti, ma ci si può candidare per la III edizione del 2012 (450 € a persona per il corso, trasferimenti e soggiorno non inclusi).

C’è ancora qualche posto disponibile per la Summer School, dal 21 al 28 agosto 2011 a Specchia, in Salento, uno dei borghi più belli d’Italia. Partendo dal presupposto che quasi tutti possiedono uno smartphone e un account su Facebook, il corso sonda e sperimenta le potenzialità delle nuove tecnologie e dei social network nel racconto di viaggio, senza perciò abdicare alla buona scrittura, alla bella fotografia, ad audio e video (astenersi geek ossessivi). Ogni giorno laboratori di scrittura, di fotografia, di radio, esercitazioni itineranti con il telefonino o a tavolino, il tutto mirato al progetto finale: realizzare il proprio reportage di viaggio. Tra i docenti, Claudio Visentin, Guido Bosticco, Michele Ferrari e Federico Taddia (450 € solo per il corso).