GOURMET

Un assaggio di Emilia

Alla scoperta dell’Italia più buona con i tour proposti da Eatinerari. Facciamo l’esempio della Bassa Parmense, patria di culatello e parmigiano

Il pregiato vino delle Langhe, l’olio ligure, il parmigiano e il culatello di Parma… Per ogni prodotto, c’è un territorio da scoprire. È questa l’idea dei pacchetti EATinerari: in ogni cofanetto (da 48 a 250 €) sono proposti alcuni tour enogastronomici da fare soli, in due, in tanti nelle Langhe, in Emilia, in Liguria. Come funziona: per esempio, si acquista il pacchetto Emilia, si apre la scatola, si sceglie un itinerario e si prenota. Dopodiché si parte: appuntamento a Torino, di fronte a Eataly, dove parte il pullman per Diolo di Soragna, al centro della Bassa Parmense, regno dei salumi di miglior qualità. Prima sosta all’Antica Ardenga, con visita guidata nei locali di lavorazione e di stagionatura e nelle cantine dove si impara a distinguere tra culatello e culatello. I migliori si assaggiano poi all’Osteria Ardenga insieme alle paste tirate a mano e altre prelibatezze. Nel pomeriggio si prosegue per Soragna dove c’è il museo del Parmigiano Reggiano (è prevista anche una degustazione del buon formaggio), e la rocca trecentesca. Notte e cena gourmand sono al Relais Galù (90 € a persona). I box EATinerari si comprano nelle agenzie LiberiTutti, nelle sedi di EATaly e sul sito www.eatinerari.it.