EVENTS

Cent’anni ma non li dimostra

Compie un secolo Hilton, la compagnia internazionale specializzata nel settore dell’ospitalità con strutture di lusso, hotel, resort e residenze per soggiorni prolungati

IMG_8865

Mancano pochi giorni al 31 maggio, data nella quale cadrà il centenario dell’apertura del primo hotel Hilton del mondo, ma già molti alberghi della celebre catena, in Italia e in altre nazioni, hanno iniziato le celebrazioni. Per esempio, qualche giorno fa all’Hilton Lake Como, uno dei più “giovani” – è stato infatti inaugurato l’11 gennaio 2018 – c’è stata una festa sull’accogliente e spaziosa “roof terrace” vista lago, con tanto di taglio di una gustosa torta a forma di “100”. L’incontro è stato anche l’occasione per fare un bilancio sull’attività di questo albergo che si affaccia sulla passeggiata che conduce a Villa Olmo, importante punto di riferimento storico e culturale del capoluogo lariano.

La "roof terrace" con piscina dell'Hilton Lake Como
La “roof terrace” con piscina dell’Hilton Lake Como

«Tirare le somme di questi primi 16 mesi è semplice», spiega Alessio Colavecchio, General manager dell’hotel. «Stiamo infatti lavorando per offrire punti di vista nuovi sulla destinazione. Con la nostra proposta diamo la possibilità agli ospiti di vivere momenti unici sul lago di Como e con le nostre attività contribuiamo a dare nuovi impulsi alla città in termini di vivacità, innovazione e legame con il territorio. Questo lago è sempre più amato e apprezzato anche per la sua atmosfera vibrante e dinamica». Del resto, fin dal 1919 ogni struttura della catena ha sempre prodotto il cosiddetto “Hilton Effect”, ovvero un impatto positivo sulle persone e sul luogo in cui opera. Tanto per avere un’idea, da quel lontano giorno in cui il fondatore Conrad Hilton aprì il suo primo albergo a Cisco, nel Texas, i numeri sono cresciuti in maniera impressionante: nei primi 100 anni di attività negli hotel della catena sono stati ospitati tre miliardi di visitatori, seguiti e coccolati da un team che attualmente conta 10 milioni di persone.

L'Hilton Lake Como
L’Hilton Lake Como

Senza contare che nel corso del tempo gli alberghi Hilton sono stati spesso pionieri nell’offrire ai propri ospiti varie “amenities”. Per esempio, l’Hilton di Waco, nel Texas, nel 1927 fu il primo a essere dotato di acqua corrente fredda e aria condizionata nelle aree comuni (nel 1956 il condizionamento venne poi adottato anche nelle camere di tutti gli altri hotel della catena). Nel 1950 per le ospiti donne dell’hotel Stevens, oggi Hilton Chicago, fu creato un “pacchetto omaggio” che comprendeva un blocchetto per gli appunti, un set per il cucito e un’agendina con i nominativi e i numeri di telefono di babystitter locali, posti dove far fare velocemente un orlo a un vestito o farlo stirare e indrizzi di negozi di regali. La Piña Colada, uno dei cocktail più famosi del mondo, venne invece inventata nel 1954 al Caribe Hilton di San Juan a Porto Rico. Nel 1959 è la volta del primo albergo aperto vicino a una pista di atterraggio, l’Hilton San Francisco Airport, mentre nel 1974 il mini bar in camera viene “globalizzato”, tanto che gli ospiti lo trovano anche in Asia, precisamente all’Hong Kong Hilton. Novità assoluta dello scorso anno è la prima, spettacolare suite subacquea che accoglie i viaggiatori all’hotel Conrad Maldives Rangali Island.

La suite subacquea dell'hotel Conrad Maldives Rangali Island.
La suite subacquea dell’hotel Conrad Maldives Rangali Island.

Senza contare che fanno parte della catena anche hotel iconici, come il newyorkese Waldorf Astoria, situato in un edficio in stile Art Déco al numero 301 di Park Avenue, inaugurato nel 1931 al posto del primo che portava questo nome, costruito nel 1893 e collocato dove ora sorge l’Empire State Building.

Numerosi anche i personaggi famosi che hanno frequentato gli alberghi Hilton contribuendo ad accrescerne la fama. Un esempio per tutti: John Lennon e Yōko Ono che diedero vita ai loro celebri bed in, ovvero proteste non violente sui letti delle camere d’hotel, proprio nella suite presidenziale (stanza 702) dell’Amsterdam Hilton Hotel dove passarono la luna di miele tra il 25 e il 31 marzo 1969: la loro stanza venne aperta alla stampa dalle nove di mattina alle nove di sera e i due coniugi, in pigiama e appunto sdraiati nel letto, sfruttarono il loro appeal mediatico per sostenere la pace nel mondo e parlare di amore universale.

Barbecue sulla "roof terrace" dell'Hilton Lake Como
Barbecue sulla “roof terrace” dell’Hilton Lake Como

Naturalmente quello di Como è solo il primo di numerosi festeggiamenti firmati Hilton in Italia. Tra i prossimi appuntamenti, quello presso l’Hilton Milan (via Luigi Galvani 12): il 30 maggio l’hotel ospiterà un grande party “texan style” che, non ci sono dubbi, piacerebbe moltissimo a Mr Conrad.
Informazioni e prenotazioni soggiorni negli alberghi: www.hiltonhotels.it/italia