EVENTS

La nostalgia del poeta

Musei Capitolini hanno ospitato l’evento ”Rovine, la nostalgia del poeta” presso la Sala degli Horti di Mecenate del Palazzo dei Conservatori.
Lo spettacolo si è svolto in occasione della Notte dei Musei 2019, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura, ed è stato realizzato in collaborazione con Palazzo Naiadi, the Dedica Anthology e con il contributo della Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele.

IMG_6140

L’evento ha visto una lettura dell’attore Marton Csokas ( noto per aver interpretato Celeborn nel Signore degli Anelli e per aver lavorato quasi sempre da protagonista con registi come Lucas, Cohen, Donner, Ridley Scott, Burton e molti altri ancora) dei testi di Tinti ispirati ai capolavori della statuaria romana e alla Medusa del Bernini presenti nel Museo.
I componimenti, pensati per essere letti di fronte alle opere che li hanno ispirati, fanno parte di un progetto più vasto dello scrittore, che trae il proprio attivante dai capolavori del mondo antico.
“Rovine” è il frutto del culto delle immagini di Tinti e ha l’obiettivo di riattivare l’aura delle opere d’arte attraverso la composizione poetica e le letture che gli attori di volta in volta sono chiamati a tenere di fronte ai capolavori stessi.
Il visitatore medio passa soltanto dai quindici ai trenta secondi di fronte ad un’opera d’arte. Questo evento rappresenta un’occasione unica per entrare in una differente relazione e conoscenza con il singolo capolavoro attraverso la poesia di Tinti e, in questo caso particolare, attraverso la voce di un attore importante com’è Marton Csokas.

Il progetto di poesia ecfrastica dello scrittore ha visto coinvolti negli ultimi anni alcuni importanti attori (tra i quali Joe Mantegna, Marton Csokas, Robert Davi, Burt Young, Vincent Piazza, Franco Nero, Enrico Lo Verso, Luigi lo Cascio e Alessandro Haber) e alcuni dei maggiori Musei al mondo come sono il Metropolitan di New York, il J. Paul Getty Museum ed il LACMA di Los Angeles, il British Museum di Londra, il Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo e di Palazzo Altemps, la Gliptoteca di Monaco i Musei Capitolini, il Museo dell’Ara Pacis, il Museo Archeologico di Napoli e molti altri ancora.
Il progetto di Tinti è stato insignito del Premio Montale fuori di casa 2018 per la poesia ed è stato recentemente scelto per celebrare il riallestimento delle collezioni del Getty Villa, per proseguire il dialogo iniziato con la mostra di artisti contemporanei “Plato in LA” in occasione della quale alcuni dei più celebrati artisti del panorama odierno hanno reinterpretato l’impatto di Platone sul mondo contemporaneo.

164408546

The Dedica Anthology, della cui collezione fa parte Palazzo Naiadi, con la piattaforma “Dedica for the Arts” è impegnato nel supportare le iniziative culturali nelle città in cui sono presenti i propri hotel e nel perseguire una propria agenda di eventi artistici. Nel 2019 The Dedica Anthology prevede un importante progetto di restauro di un palazzo del Rinascimento nel cuore di Firenze e l’introduzione di lavori di alcuni artisti, con diverse modalità, nei suoi hotel, per sottolineare la brand promise del gruppo: una nuova forma di curated, contemporary hôtellerie.