Europe

Sarà questa la nostra archeologia?

Anne de Carbuccia, fotografa ambientalista, gira il mondo per documentare le condizioni in cui si trova oggi. Dalle Maldive all’Antartico, alla Valle dei Frigoriferi a TIvoli

Anne de Carbuccia nella Valle dei Frigoriferi a Tivoli.
Anne de Carbuccia nella Valle dei Frigoriferi a Tivoli.

Come sta il pianeta? Male a giudicare dagli allarmi ambientalisti. Poi basta guardarsi intorno per accorgersi con i proprio occhi la crescita esponenziale del degrado. Come fa la fotografa Anne de Carbuccia che da alcuni anni viaggia per documentare l’inquinamento globale, dalle Maldive all’Antartico, dai posti più popolati a quelli apparentemente desertici. Per il progetto in progress “One Planet One Future“, Anne ritrae gli ambienti nello stato in cui li trova con la sua aggiunta di un teschio e una clessidra, altare sintetico per ricordare a chi la guarda che non c’è tempo da perdere se vogliamo tutelare il mondo in cui viviamo per noi e per le future generazioni.

Uno dei suoi lavori recenti, lo scorso gennaio 2019, l’artista e fotografa ambientalista è stata a Tivoli, vicino a Roma, dove ha scoperto una discarica abusiva di oltre 60 ettari. E così l’ha voluta immortalare nella sua sconcertante desolazione: tra i rottami di migliaia di frigoriferi ha inserito riproduzioni di busti classici di epoca romana, per dire che, se non faremo nulla per cambiare i nostri comportamenti, questi saranno i reperti archeologici del nostro tempo.

Anne de Carbuccia continua nel suo lavoro di documentazione che presenta nelle mostre in gallerie italiane e internazionali, ed espone permanentemente nel suo spazio milanese, nel nuovo distretto del design di Lambrate.

Via Conte Rosso 8, Milano
Visite solo su appuntamento
www.annedecarbuccia.com
www.oneplanetonefuture.org