DESTINATIONS

Luci del Nord

Dopo il successo della sua prima edizione, dal 1 al 24 febbraio 2018, torna il Copenhagen Light Festival con i suoi giochi di luce, accompagnati da numerose manifestazioni e opere da non perdere. È possibile scoprire le installazioni luminose sia con visite guidate, in bicicletta, a piedi, con Segway, in kayak o con un tour in battello sui canali, sia in autonomia attraverso una nuova applicazione con mappa interattiva.

copenhagen-light-festival-1

Il Copenhagen Light Festival, che ha luogo dal primo al 24 febbraio, punta ad attirare un largo pubblico con le sue numerose installazioni, grandi e spettacolari, che illumineranno il cielo e il porto, ma anche con semplici e romantiche luci che valorizzeranno ponti ed edifici. Durante tutta la durata dell’evento un fascio laser verde attraverserà la città e illuminerà i tetti, insieme ad altre 40 installazioni luminose realizzate da artisti specializzati nella realizzazione di giochi di luce a teatro, al cinema, in televisione e nel campo dell’architettura a livello internazionale.

Tra le realizzazioni più spettacolari c’è l’installazione Eternal Sundown di Mads Vega su Kalvebod Bølge, di fianco all’Hotel Marriott a Copenaghen. Si può avere una splendida vista di quest’opera da Islands Brygge o dai canali, a bordo di un battello.
Elementa, novità del Festival, si trova in prossimità della stazione centrale di Copenaghen lungo i binari, sulla facciata dell’edificio DGI-byen. Il suo gioco di luci si ispira al cambiamento delle stagioni in Danimarca.
Il festival propone anche un’applicazione, la “Within 10 Minute Copenaghen Light Festival”, alla scoperta delle illuminazioni. I giochi di luce come Windows of Light, nella chiesa di Nikolaj, già fruibile dal 29 agosto scorso, assume una nuova dimensione durante il festival e attira sia esteti che blogger grazie alla fantastica unione di luci e video. Arthur van der Zaag, creatore dell’opera, ha dichiarato : “Noi lavoriamo con la profondità in due modi diversi: lo spostamento fisico dei fasci di luce e la suggestione che l’utilizzo dei colori ha sulla percezione umana”.

Il poeta Morten Søndergaard, conosciuto a livello internazionale, per preparare la sua opera ha unito i racconti dei sogni di un centinaio di persone. Durante i weekend di febbraio a Islands Brygge si può ammirare la sua nuova creazione, continuazione di Wall of Dreams (opera del poeta esposta sulla facciata di una casa a Valby).