GOURMET

Il sushi chic di Nishiki

Non solo sushi e sashimi, Alessandra e Xiaobo hanno rinnovato il loro ristorante Nishiki con sfumature verde smeraldo e blue petrolio, salette privè e hanno annunciato alcune novità piatti con accostamenti inediti, la collaborazione con una chef patry e la presenza del sommelier. All’entrata si rimane sorpresi, il ristorante milanese di corso Lodi non si presenta come quelli tipici orientali, ma di gusto retrò con atmosfera internazionale con divani, poltroncine in velluto e con sei romantiche riservate salette privè. Il personale è molto accogliente.

(c) Nishiki - Trancio di Salmone al Fumo - N11_8

I titolari Xiaobo ed Alessandra, esperti nella ristorazione, hanno voluto inserire una decina di nuovi piatti nel loro menu in sintonia con l’eleganza e la raffinatezza che contraddistingue il locale. La presentazione dei piatti è curata nei particolari, gli abbinamenti sono originali utilizzando ingredienti non asiatici quali il tartufo.

nishiki-fusion

Tra le specialità il King Crab condito con crema di avocado, kizami wasabi e granella di pistacchio, il Toro New Style in cui le capesante vengono avvolte con carpaccio di toro (ventresca di tonno), gamberi rossi di Mazara del Vallo, ikura (uova di salmone), katsuobushi e scaglie di tartufo servite nei classici Spoon di ceramica per essere gustati in un solo boccone. Suggestivo per il sapore, i colori e soprattutto per il profumo del delicato fumo di legno e mela, il trancio di salmone al fumo nel legno di quercia, accompagnato da fettine di avocado, tartufo nero, sale nero di Cirpo e Ikur. Il nuovo Roll, battezzato Niwa Roll dal nome dell’ultimo locale aperto a Como da Xiaobo Zhou: spicy tuna e avocado all’interno, ricoperto con ventresca di tonno, Philadelphia, kizami wasabi, caviale di storione e raffinata foglia d’oro.

Di solito i dolci non solo il punto forte nei tipici ristoranti giapponesi, invece, Nishiki, grazie alla collaborazione con la pastry colombiana Sonia Latorre Ruiz propone una carta dei dolci, tra le sue creazioni, si consiglia, adatta al termine di una cena asiatica, Bianco, una mousse alla fava di tomka, cristalli d’arancia, cremoso al cassis e gelatina al prosecco su Sablè bretone e Cuba, cremoso e pralinato alla nocciola, brownie e gelatina di fragola su Streusel. Una peculiarità del locale è la presenza di Flavio Paronin, il sommelier che oltre, ai sake, propone una selezioanata ed accurata serie di etichette italiane e straniere ad abbinare ai piatti nipponici rivisitati. Il locale è aperto tutte le sere, è chiuso solo domenica e lunedi’ a pranzo.

Nishiki
Corso Lodi 70, Milano
Tel. 02 8739 3828
www.nishiki.it 
www.facebook.com/nishikimilano
www.instagram.com/nishikimilano/.