DESTINATIONS

Los Reyes Magos di Siviglia

reiese magos siviglia

In Spagna l’Epifania è davvero unica, ovunque, nei piccoli paesi e nelle città iberiche più grandi, si organizza la “Cavalcata” con la partecipazione attiva di tutta la popolazione. In Andalusia, e a Siviglia in particolare, è una delle tradizioni più sentite e coreografiche. La Cabalgata del Los Reyes Magos è un giorno speciale: tutti escono di casa per accogliere i Re Magi, che arrivano percorrendo le calle a dorso di un cammello, carichi di doni e accompagnati dai paggi reali, che distribuiscono, a turisti e cittadini, caramelle e dolci. Assistere alla cavalcata è davvero emozionante. La quantità di dolciumi è tale che è consigliabile proteggere le proprie scarpe e stare attenti alle caviglie quando si cammina.

La tradizione vuole infatti che siano i Re Magi a portare i doni la notte tra il 5 ed il 6 di gennaio. Babbo Natale non ha ancora scalfito questa tradizione e la Befana sivigliana di fatto non esiste. Carrozze carnevalesche, dai colori sgargianti e ispirati a personaggi popolari, costruite dagli artigiani locali, si susseguono in una lunga sfilata per tutta la città. Bande musicali arricchiscono l’atmosfera accompagnate da cori che intonano canti natalizi. Imperdibile la tradizione di prendere un caffè o una cioccolata con il Roscon de Reyes, un ciambellone ripieno di crema, adornato con frutta candita. L’interno di questo dolce nasconde normalmente due oggetti: una moneta o statuina che porterà fortuna ed un fagiolo che segnalerà la persona che dovrà pagare il Roscón.

Siviglia per le feste natalizie si riempie di luci e di profumi aranci e di castagne arrosto. Il centro, dall’Avenida Constitución sino alla Campana, passando da Calle Sierpes o Calle Tetuán, si trasforma. Non mancano i presepi come quello della Cattedrale, quello del comune (Ayuntamiento), quello della fondazione Cajasol o quello del Ciruito Mercantil nella calle Sierpes. I pezzi più belli del presepe si trovano nel mercatino che si trova tra la Cattedrale e l’Archivo de Indias. Anche i bambini hanno la loro parte d’intrattenimento. La Alameda de Hércules, la Plaza San Francisco ed il Prado de San Sebastian, infatti, sono gli spazi tradizionali dove s’installano giostre e suggestive piste di ghiaccio.

Una tradizione imperdibile del periodo natalizio sivigliano è quella di giocare alla lotteria nazionale. Il rivenditore più acclamato è sicuramente il “gato negro” che si trova nella Avenida Constitución. Non mancano gli stimoli gastronomici, molti ristoranti preparano menu speciali per la notte di Natale. Non esiste di fatto una vera e propria ricetta comune, però normalmente sulla tavola natalizia non possono certo mancare il jamon ed il marisco , ovvero crostacei e frutti di mare. Anche i dolci, oltre al già citato Roscón, sono una parte fondamentale del periodo natalizio a Siviglia. Mantecados, polvorones, hojaldres, turrón sono i più famosi prodotti natalizi del territorio.

La nochevieja, ovvero l’ultimo dell’anno, non è poi così differente dalla notte della vigilia. Il cenone è sempre il protagonista della serata del 31 dicembre. Dopo aver consumato i prelibati prodotti gastronomici d’Andalusia si aspettano i rintocchi della mezzanotte con in mano 12 acini d’uva che si dovranno mangiare parallelamente ai 12 rintocchi delle campane (campanadas). Il clima mite, la possibilità di usare anche le bici per un tour della città, sono fattori in più per scegliere senza indugi l’idea di un Capodanno ed Epifania a Siviglia. Tra le diverse promozioni da segnalare le offerte di Evolution Travel e i soggiorni in Europa di smartbox che includono anche la capitale Andalusa.

Info: www.visitasevilla.es/it