DESTINATIONS

Museo della barca Lariana

Il Balilla, vaporini e altri prestigiose imbarcazioni trionfano nel neo Museo Barca Lariana, in una filanda dell’Ottocento a Pianello del Lario sulla sponda occidentale del Lago di Como, a una decina di chilometri a nord di Menaggio, per raccontare la navigazione sul lago negli ultimi secoli. Taglio del nastro da parte della famiglia Zanoletti che ha presentato alla cittadinanza il museo Barca Lariana restaurato dallo studio di architettura Fiorentini Associati e riaperto al pubblico dopo 18 anni. Alla fine degli anni sessanta GianAlberto Zanoletti, uomo dai mille interessi e passioni, con alcuni amici ha iniziato a raccogliere reperti e documenti e a collezionare imbarcazioni e cimeli nautici. Nel 1977 acquista un’antica filanda che diventerà poi il Museo Barca Lariana e fonda con alcuni amici l’Associazione Raccolta Barca Lariana, per salvare e tramandare le antiche tradizioni nautiche locali.

Museo barca lariana 1

Nel 1982 apre il Museo Barca Lariana, poi chiuso nel 2000. Per diversi anni il progetto è rimasto in stand by ma grazie alla tenacia degli ideatori hanno realizzato il museo, un patrimonio unico al mondo che custodisce una raccolta di inestimabile valore per il settore nautico nazionale e internazionale. Questi i numeri del tesori custodi a Pianello: 200 barche a remi e gondole, 50 barche da pesca e caccia, più di 100 motoscafi fuoribordo e circa 100 motoscafi entrobordo da turismo, circa 40 motoscafi entrobordo da corsa e circa 80 barche a vele, 3 barche a remi da contrabbando, il più antico battello del Lago di Como, 6 imbarcazioni militari e 4 barconi da lavoro, quasi 300 motori fuoribordo costruzione. Lungo alcune parti vi sono video che illustrano il progetto, oltre a centinaia di registrazioni, diapositive, libri, riviste e più di 3.000 fotografie. La riapertura di parte del museo è l’inizio di un importante progetto che crea l’opportunità di valorizzazione culturale, sociale ed economica dell’intero territorio.

“Una grande sfida – dice Roberta Lamperti, da diversi anni compagna del fondatore – un sogno che è diventato realtà con la realizzazione di un museo storico, in programma la digitalizzazione dei documenti disponibili nell’archivio del museo, la realizzazione di un progetto di realtà virtuale di un’area museale, l’implementazione delle più moderne tecnologie interattive che completeranno l’esperienza sensoriale della visita, oltre l’ampliamento delle superfici espositive, la realizzazione di banchine e ormeggi per attività nautiche e navigazione su barche d’epoca, ma anche la creazione di una scuola di vela per ragazzi malati di SLA e disabili. Inoltre sarà aperta una struttura di ristorazione e servizi turistici secondo la CSR (Corporate Social Responsibility), per fare del Museo Barca Lariana un luogo creato con la gente e per la gente”. E’ prevista l’attivazione di una campagna di raccolta fondi attraverso una delle più importanti piattaforme di crowdfunding, per la realizzazione di piccoli progetti specifici, del progetto tout court; la prima campagna di raccolta fondi sarà dedicata alla realizzazione dell’ascensore per i disabili. Il museo per ora è aperto sino al 30 settembre nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle 14 alle 18, ma sono previste aperture straordinarie per scolaresche e su prenotazione.

Museo della barca Lariana
via Regina 1268, Pianello sul Lario
www.museobarcalariana.it
info@museobarcalariana.it.