HOTEL, SPA & CO

È solo una questione di Equilibrium

Bagni di Pisa. La facciata
Bagni di Pisa. La facciata

Reminiscenze cinematografiche, atmosfera d’antan, desiderio di relax, voglia di stare meglio. E buoni propositi per il nuovo anno.

Ecco, tutto questo per me è un soggiorno alle terme, e tutto questo mi ha dato la mia esperienza ai Bagni di Pisa, storico edificio settecentesco appartenuto al Granduca di Toscana Francesco Stefano di Lorena che ne aveva fatto la sua residenza estiva e il suo luogo di cura.

E se Bagni di Pisa – insieme alle due sister property di Grotta Giusti e Fonteverde – è ormai un must sulla mappa del benessere in Toscana e in Italia, l’entrata nel gruppo Italian Hospitality Collection (che nel 2014 ha unito le proprietà termali di STB al suo hotel Chia Laguna in Sardegna) ha portato senz’altro una ventata di novità e programmi ad hoc nei pacchetti offerti alla fidelizzata clientela.

Bagni di Pisa_The Shelley Bar

Ed ecco nascere Equilibium la filosofia olistica che si basa su dieta, mente e corpo che si declina in tre diverse versioni nelle tre strutture: dimagramento alcalinizzante ai Bagni di Pisa, digiuno intermittente e anticellulite a Fonteverde e longevity e Mind & Body a Grotta Giusti, appena premiato ai prestigiosi World Spa Awards 2017 quale “World’s Best Thermal Grotto”.

La base del programma – il cui scopo è antiinfiammatorio, disintossicante e alcalinizzante – è comune tra le tre strutture e si basa sulla dieta del microbiota, messa a punto dall’equipe medica per IHC e curato in loco ai Bagni di Pisa dalla nutrizionista Laura Bettarini.

La filosofia di Equilibrium si basa sui principi dell’alcalinità per contrastare l’acidità del PH, causa di malattie come tumore o diabete, attraverso una dieta alcalinizzante, vegetariana, proposta con piatti gustosi personalizzati sulle esigenze degli ospiti nel ristorante Dei Lorena.

Quattro sono i pilastri fondamentali di Equilibrium: oltre alla nutrizione ci sono l’esercizio fisico, le tecniche di rilassamento antistress e naturalmente le terapie termali e i trattamenti Spa, dove Spa assume il significato originale di Salus per Aquam.

L’approccio di Bagni di Pisa, infatti, è medico, con esami di base che prendono inconsiderazione diversi fattori per determinare lo stato di infiammazione del nostro corpo secondo lo PNEI, cioè un approccio globale Psico Neuro Endocrino Immunologico.

 Bagni di Pisa -Natural Spa -The Thermal Bioaquam Circuit
Bagni di Pisa -Natural Spa -The Thermal Bioaquam Circuit

La Natural Spa si estende su 2.000 mq ed è composta da due ali dove si trovano le cabine per i massaggi e le terapie, le piscine di acqua termale a 38°, la vasca salina Thalacquam, il bagno Minerva con idromassaggi, sauna, bagno turco, la piscina esterna, e una grotta naturale con vasca termale, che abbiamo sperimentato. Abbiamo provato anche il Salidarium, che consiste nello sdraiarsi mezz’ora su un letto di sale riscaldato, poi si viene avvolti da un telo e ricoperti di nuovo di sale per una ventina di minuti per drenare dal corpo liquidi in eccesso, mentre il calore è benefico per i dolori.

L’ala dei Bagni di Ponente, dove si trova anche il Centro Benessere, è dedicata ai clienti dell’albergo, mentre i Bagni di Levante, con la grande vasca termale con postazioni idromassaggio, sono aperti anche come Day Spa, con entrata a pagamento contingentata in funzione del tasso di riempimento dell’hotel.

Popolare la Notte alle Terme, che consente una volta alla settimana l’accesso agli esterni che con 45 € possono usufruire di piscina, sauna e bagno turco dopo un aperitivo-cena.

Bagni di Pisa - Una delle suite di 70 mq
Bagni di Pisa – Una delle suite di 70 mq

Il soggiorno consigliato per ottenere i benefici dei vari trattamenti è di una settimana. Le camere dell’hotel, affiliato ai Leading Hotels of the World, sono 61, divise in sei categorie tra cui la Grand Suite dei Granduchi di Toscana di 75 mq. Le nostre favorite sono le suite di 70 mq, raffinate e luminose, con volte originali del Settecento.