LIBRI

Gatti felici anche in viaggio

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi recita il proverbio. Difficile pensare di non onorarlo alla lettera, tanto che c’è gente disposta a percorrere chilometri e chilometri per raggiungere i propri cari nel periodo delle feste. Ma al momento di partire, non dimentichiamoci di loro, i nostri amici di pelo che fanno parte della famiglia a tutti gli effetti: quasi sette milioni di cani e sette milioni e mezzo di gatti secondo i dati Eurispes, il che significa che in 3 case su 10 nel nostro Paese vive un pet.

IMG_6656

Se proprio dobbiamo lasciarli a casa, chiediamo a qualche persona fidata che venga ad accudirli oppure mettiamoli a pensione in una struttura qualificata. Se, invece, decidiamo di portarli con noi (saranno sicuramente più felici!) ricordiamoci che, secondo la legge italiana, in auto “è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della Motorizzazione civile”.

IMG_6649

Per quel che riguarda i mici di casa, troverete ottimi consigli per far trascorrere loro piacevoli vacanze (anche in estate!) nel libro “Rendere felice il nostro gatto” (Sistemi Editoriali Se, Gruppo editoriale Simone, euro 11,90), scritto da Laura Borromeo, studiosa del comportamento felino ed esperta nella riabilitazione dei problemi comportamentali dei gatti, e Maria Cristina Crosta, affermata veterinaria, professore a contratto presso l’Università di Bologna e socio fondatore della Clinica veterinaria Gran Sasso di Milano – della quale è direttore sanitario – e autrice di pubblicazioni scientifiche, libri, enciclopedie e video educational dedicati ai felini domestici. C’è un capitolo del libro che spiega come abituare il gatto a viaggiare in automobile e fare in modo che, fin da piccolo, non associ il percorso in macchina a un’esperienza negativa. Senza dimenticare che per un viaggio lungo è necessaria una gabbia cubo con dentro una lettiera, mentre per un itinerario breve basta un trasportino di dimensioni inferiori, però sufficientemente alto da consentire al micio di stare seduto. A proposito di trasportino, molto utili anche i consigli per abituarlo a considerarlo fin da piccolo una tana sicura e quelli per l’abituazione ai nuovi territori, come la casa delle vacanze o quella di parenti e amici. Nel caso in cui il gatto rimanga a casa, il libro spiega come scegliere il cat sitter, se invece si è obbligati a lasciarlo in pensione vengono indicati gli accorgimenti per trovare una struttura adeguata e stressare il meno possibile l’animale.

IMG_6661

Ma la parte dedicata alle vacanze è solo uno dei tanti capitoli, illustrati dai graziosissimi disegni di Isabella Giorgini, diplomata preso lo Ied di Milano, che consentono a chi decide di iniziare un’avventura con un piccolo felino di farlo diventare un membro della famiglia felice ed equilibrato, capace di convivere nel migliore dei modi con gli umani (molto interessante il capitolo dedicato a il gatto e il bambino) e con i suoi simili.