DESTINATIONS

Vacanze con i piccoli nel Paese delle Aquile

Rviera

È ufficiale: l’Albania è la destinazione top dell’estate 2017. E continuerà a esserlo anche nelle future stagioni. Le ragioni? È vicina, economica e possiede una delle coste più belle del Mediterraneo.

Dhermi

Karaburun

Nel 2011 la Lonely Planet aveva inserito l’Albania nella lista delle destinazioni imperdibili e, da luogo sconosciuto, il Paese delle Aquile ha cominciato a farsi strada nel radar dei globe-trotter più curiosi. La zona tanto decantata dalla celebre casa editrice australiana si trova al sud: scogliere a picco sul mare, acqua multicolor e villaggi di pietra.

L’itinerario alla scoperta della costa albanese parte da Valona, terza città del paese per numero di abitanti e secondo porto dopo Durazzo. La città è una delle destinazioni turistiche favorite dagli albanesi complice anche la presenza di Karaburun, una penisola incontaminata, ex zona militare, raggiungibile in barca dal porto. Ogni mattina, alle 9 in punto, infatti, salpa Teuta Boat, un peschereccio rimesso a nuovo, che conduce all’idilliaca spiaggia di Shën Vasil. Il tragitto in mare è uno dei momenti più divertenti del viaggio, particolarmente apprezzato dai bambini: la barca, infatti, prima di raggiungere la spiaggia conduce alla scoperta di grotte nascoste trasformando così la traversata in una vera e propria avventura.

Porto Palermo

Dhërmi, Porto Palermo

L’Albania è, a dispetto di quanto si possa pensare, una destinazione adatta anche alle famiglie. Chi viaggia con bambini, prima di raggiungere il litorale del sud, può fermarsi per qualche ora al Llogara Tourist Village (www.llogora.com/), un residence situato nell’omonimo parco nazionale, che custodisce una riserva naturale al cui interno pascolano in libertà cerbiatti e cervi.

Lungo la costa, poi, ci sono vari tipi di spiagge, con sassi o sabbia, adatte a tutti, e il mare è tra i più puliti d’Europa. Per rendersene conto basta andare a Dhërmi, una delle località più famose della riviera dove, anche in alta stagione, si trovano lidi poco affollati. Come quello di Drymades, con le sue acque dalle mille sfumature di blu e la macchia mediterranea a perdita d’occhio. Proseguendo verso sud sono tante le spiagge che vale la pena frequentare, come Jalë, Borsh, Porto Palermo (da visitare la spettacolare fortezza a picco sul mare) e Lukovë. La riviera offre la possibilità di ammirare anche graziosi villaggi con casette in pietra e piccole chiese ortodosse dalle cupole blu. Passeggiare per gli stretti vicoli di questi paesini si rivelerà un piacevole passatempo, specie per i più piccoli: capita, infatti, non di rado, di incrociare asinelli e mucche che spesso escono dai centri e finiscono per raggiungere le spiagge meno affollate. Tra i villaggi più caratteristici, oltre al citato Dhërmi, meritano una sosta Qeparo e Vuno.

Il castello di Girocastro
Il castello di Girocastro

Girocastro

Per scenari fiabeschi occorre lasciare la costa e spostarsi verso l’interno. Lungo la strada è un susseguirsi di villaggi in pietra, natura rigogliosa e specchi d’acqua dalle infinite tonalità di turchese, come Syri i Kalter, l’occhio blu, una sorgente carsica da cui sgorga acqua a una temperatura costante di 12,75°. La destinazione finale, però, è Gjirokastër. La città di pietra, soprannominata così da Ismail Kadare, il più grande scrittore albanese di tutti i tempi (da leggere il romanzo “La città di pietra”, ambientato proprio qui durante l’occupazione italiana negli anni della seconda guerra mondiale) è iscritta nella lista dei patrimoni dell’umanità dal 2005. Passeggiando per il suo centro storico si capisce facilmente il perché: architetture ottomane, case con tetti in ardesia e un castello che ricorda i manieri delle favole, dove i più piccoli possono improvvisarvi cavalieri e principesse e giocare per un po’. Nonostante l’Albania debba fare ancora tanti passi in avanti dal punto di vista turistico, un viaggio nel paese è una vera e propria avventura e i posti che valgono la pena di essere visitati sono numerosi. Gjirokastër, tra tutti, possiede un fascino unico: non è stata deturpata dagli abusi edilizi che, purtroppo, hanno toccato molte zone lungo la costa, ed è collocata in un contesto da cartolina circondata com’è da morbide colline. Qui, infatti, sembra proprio di essere dentro a una fiaba.

Dormire
Hotel Liro,Valona: incredibile posizione sul mare, lido privato con lettini e ombrelloni, situato lungo la strada che conduce alle migliori spiagge della città. Doppia b&b da 70€.

Hotel Summer Dream, Dhërmi: grazioso albergo in ottima posizione, consigliato alle famiglie perché è situato direttamente sulla spettacolare spiaggia di Drymades. Doppia b&b da 40€.

Hotel Luxury, Ksamil: a 5 km dal Parco Nazionale di Butrinto, questo hotel offre splendide viste panoramiche sulla costa. Doppia b&b da 70€.

Info: http://albania.al/.

Crediti fotografici: Visit Albania.