Il nuovo museo di Venezia

Alla Biennale di Venezia, la moscovita V-A-C Foundation lancia il nuovo museo a Palazzo delle Zattere: apre il 13 maggio con la mostra “Space Force Construction”, in collaborazione con l’Art Insititute of Chicago

 

Palazzo delle Zattere

Palazzo delle Zattere

V-A-C Foundation, un’istituzione senza scopo di lucro, fondata a Mosca nel 2009 da Leonid Mikhelson e Teresa Iarocci Mavica, presenta la nuova sede della fondazione al Palazzo delle Zattere, a Venezia (Dorsoduro 1401, www.v-a-c.ru, ingresso gratuito). Affacciato sul Canale della Giudecca, l’edificio di proprietà dell’Autorità Portuale di Venezia è stato affidato in gestione esclusiva a V-A-C Foundation per 18 + 18 anni. La fondazione, con un importante lavoro di recupero, iniziato nel 2014, per un valore, stabilito dal contratto, di oltre 4 milioni di Euro, ha riconvertito l’immobile in sede espositiva e didattica con apertura ufficiale al pubblico per la Biennale d’Arte il 13 maggio 2017, con la mostra Space Force Construction, organizzata in collaborazione con l’Art Institute of Chicago. La mostra che segna il centenario della Rivoluzione Russa nel 1917 considera l’eredità della prima arte sovietica, con oltre 100 opere dagli anni Venti e Trenta di artisti come El Lissitzky, Gustav Klutsis, Aleksandr Rodchenko e Varvara Stepanova. Queste vengono messe in dialogo con opere di artisti contemporanei tra cui Abraham Cruzvillegas, Melvin Edwards, Janice Kerbel, Irina Korina, Barbara Kruger, Christian Nyampeta, Florian Pumhösl, Wolfgang Tillmans, Mikhail Tolmachev.

Costruito intorno al 1850, l’interno del Palazzo delle Zattere è stato oggetto di molteplici interventi nel corso della sua storia, in particolare ed a più riprese fra il 1950 e gli anni Novanta. L’intero spazio copre 2.000 metri quadri su quattro livelli, metà dei quali saranno adibiti a spazio espositivo. Includerà un’area di accoglienza, un ristorante ed un bookshop, un giardino, 4 appartamenti-studio per artisti e curatori ospiti, spazi per uffici e una sala per conferenze ed eventi. Il progetto di recupero, eseguito dallo studio di architettura veneziano _apml, sotto la direzione di Alessandro Pedron, ha mirato a rappresentare e comunicare l’obiettivo di V-A-C Foundation di realizzare a Venezia uno spazio integrato nella città e non aperto solo durante la Biennale.

V-A-C Foundation è un ente senza scopo di lucro fondato a Mosca nel 2009 da Leonid Mikhelson (Fondatore e Presidente) e da Teresa Iarocci Mavica (Direttore). V-A-C si impegna a livello internazionale nella produzione, nella presentazione e nello sviluppo dell’arte contemporanea, in una moltitudine di forme ed entro la cornice di un solido e coerente programma espositivo, educativo ed editoriale. Particolarmente rilevante per la nuova generazione di artisti in Russia, V-A-C si concentra sul processo della produzione artistica e sull’espansione di una piattaforma, che dia agli artisti l’opportunità di vivere le pratiche culturali internazionali, di coltivarle e di interrogarle, e allo stesso tempo di sviluppare un linguaggio artistico genuino e autonomo. V-A-C è a buon diritto considerato uno degli attori di spicco nel processo di apertura della cultura contemporanea russa al resto del mondo, per il sostegno pratico e le opportunità di crescita che offre agli artisti emergenti, e per la ricerca di nuove piattaforme espositive internazionali, di opportunità per commissioni, e di modalità atte a favorire gli scambi fra culture – fattore particolarmente importante nel clima attuale.

 

La prima mostra della V-A-C Foundation al Palazzo delle Zattere, che apre al pubblico il 13 maggio, in concomitanza con la Biennale Arte, si intitola Space Force Construction, ed è organizzata con l’Art Institute of Chicago (fino al 25 agosto 2017). Propone lavori storici da collezioni internazionali, in dialogo con opere di artisti contemporanei come Wolfgang Tillmans e David Goldblatt e una serie di nuove grandi opere site-specific commissionate ad artisti come: Barbara Kruger, Abraham Cruzvillegas, Kirill Gluschenko, Mikhail Tolmachev e Christian Nyampeta.

Il PALAZZO DELLE ZATTERE è il risultato di varie trasformazioni che si sono susseguite negli ultimi due secoli, ed è costituito da cinque diversi corpi di fabbrica che si sviluppano dalla Fondamenta delle Zattere a sud fino al canale di Ognissanti a nord.

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestShare on StumbleUponEmail this to someonePrint this page