DeltaPo nuova destinazione

23 febbraio 2017 | DESTINATIONS, Italy, TOP VIEWS | Nessun commento

Il prossimo 12 aprile apre DeltaPo Family Destination la prima area di shopping e intrattenimento in Italia

Outlet_6Turismo, cultura, natura, shopping e intrattenimento per tutta la famiglia. Il 12 aprile si inaugura il primo outlet italiano per il retailtainment che ha come centro il Delta del Po, una delle aree più suggestive e meno sfruttate turisticamente, in cui natura, storia, tradizione, cultura e arte si intrecciano, offrendo al visitatore una proposta inedita e sorprendente, in cui l’offerta commerciale si sposa con l’ambiente. Si chiama DeltaPo Family Destination e parte dalla valorizzazione di un target specifico – le famiglie con bambini – e da un territorio ricco e poco conosciuto che si estende da Venezia a Ravenna. DeltaPo Family Destination è il primo outlet dedicato alla famiglia, dove oltre allo shopping di alto livello a prezzi scontati, si trovano attività dedicate ai bambini e ai ragazzi, come la piscina coperta e scoperta, i tour al minimarket didattico per imparare a riconoscere i prodotti e leggere le etichette per fare bene la spesa, e in futuro, chissà, ci sarà un coro che si esibirà nel cartellone degli appuntamenti culturali dell’auditorium, palcoscenico per musica, dal jazz alla lirica, e presentazioni. All’interno dell’outlet, c’è anche un hotel a 4 stelle (Una Hotels), mentre intorno c’è un immenso territorio da scoprire e vivere, dai due Parchi del Delta (patrimonio Unesco), che comincia proprio dove finiscono le mura del nuovo villaggio degli acquisti, e spazia fino alle città d’arte di Ferrara, Ravenna, Mantova. È un teatro dagli scenari molto vari dove fare sport, birdwatching, pesca sportiva e giri in motonave sul fiume, oppure visite culturali ed esperienze gastronomiche.

DELTA POIl progetto è a capitale al 100% italiano di un pool di banche che fanno capo a Unicredit, il quale grazie alle attività di sviluppo realizzate dal Gruppo DeltaPo, ha già investito solo nella struttura commerciale 42 milioni di euro per un totale che si completerà nel prossimo biennio pari a 65 milioni, con un fatturato annuo stimato di circa 50 milioni. Si prevede l’assunzione di 300-350 dipendenti diretti nella prima fase che a regime diventeranno 500 oltre l’indotto sul territorio (hotel, ristoranti, mezzi di trasporto, guide turistiche e altro).

lagunariaboat_escursioni_delta_po_3-800x500Come tiene a specificare Gianluca Gerosa, direttore Marketing, «DeltaPo è un hub, che serve per lo sviluppo del territorio al 90%, mentre il commercio è un de cuius che vi contribuisce», e si intuisce dalle scelte di comunicazione che sono incentrate su: Natura; Attività, specialmente orientate verso i bambini; Arte e Cultura, inclusa la gastronomia, punto forte dell’area; e solo in ultimo Shopping. Inoltre una particolare attenzione è riservata alle donne: il prossimo luglio, per esempio sarà tappa di partenza e arrivo del Giro Rosa, la più importante gara ciclistica femminile in Italia.

Inoltre, DeltaPo è il primo hub in Italia ad aver ricevuto la certificazione Welcome Chinese, riconoscimento ufficiale del Governo Cinese che permette alle sole strutture così certificate di entrare nel mercato cinese in modo diretto con il sostegno di China Tourism Academy che ne supporta il programma e offre benefit di accredito presso i più importanti tour operator cinesi. DeltaPo Family Destination non solo vuole intercettare il turismo cinese, ma è proiettato anche verso paesi europei come Francia, UK, Austria, Russia, Ungheria, Repubblica Ceca, Croazia e Slovenia, avendo a disposizione un territorio praticamente sconosciuto per i grandi tour operator internazionali.

GLI EVENTI

12 aprile 2017 – Opening

L’evento di apertura è affidato al regista/attore Giovanni Guidelli (https://it.m.wikipedia.org/wiki/Giovanni_Guidelli), che ha ideato un percorso scenografico di rappresentazioni della natura e della storia che ha segnato il Polesine attraverso i secoli. La conclusione della serata avrà come protagonista l’acqua elemento determinante del territorio. L’evento, compreso backstage, interviste e interazione pubblico sarà trasmesso in diretta Facebook.

Verrà inaugurata una struttura dedicata all’intrattenimento dei bambini dai 3 ai 10 anni aperta tutti i giorni in orari variabili, in collaborazione con una eccellenza dei servizi all’infanzia. Le educatrici stanno sviluppando una serie di contenuti basati su laboratori creativi e attività motorie con riferimenti alla storia e alla natura circostante per coinvolgere i giovani ospiti a ciclo continuo.

Ci saranno anche attrazioni per ragazzi di età superiore ai 10 anni sempre con finalità ludico educative e riferimenti alla natura e alla storia, sfruttando le nuove tecnologie come la realtà aumentata virtuale in collaborazione con un partner italiano di eccellenza  nel settore.

Verranno presentati progetti  in collaborazione con realtà paesaggisticamente simili al Delta del Po a livello internazionale, che si tradurranno in iniziative culturali artistiche ed enogastronomiche di scambio culturale.

Verrà presentato il calendario di eventi musicali, si parte con la grande lirica fino alle contaminazioni musicali attuali.

Verrà lanciato un premio letterario rivolto alle nuove proposte di Letteratura Ambientale

In relazione al riconoscimento Welcome Chinese abbiamo programmato appuntamenti conoscitivi e formativi (verranno rilasciati certificati di galateo europeo e di approccio al vino) delle eccellenze italiane rivolte al pubblico Cinese. Ogni 15 giorni verrà celebrato  un grande vino italiano con un concerto dedicato e una rappresentazione che ne racconta la storia. Sono in programma una serie di ‘match’ tra aziende del territorio e aziende cinesi, come quello del circo-teatro e della pirotecnica (Gara di fuochi d’artifici).

Museo vivente

Le attrazioni delle piante secolari e delle piante officinali daranno la possibilità alle scuole di far fare agli studenti esperienze sensoriali uniche  come l’estrazione degli olii essenziali per la realizzazione di essenze e profumi e i percorsi di produzione come quello del baco da seta dei gelsi. Ci saranno appuntamenti stagionali per valorizzare l’operato delle aziende florovivaistiche del territorio con concorsi e premi.

Wonderland Ride

Una caccia al tesoro in automobile con base di partenza e arrivo dall’hub

Sport

numerosi gli appuntamenti sportivi: Tappa ufficiale del giro d’Italia Rosa, Ecomaratona, Competizione di ciclocross, Competizione di cross country.

NATURAL MASTERPIECES

 

Delta Po Family Destination  un territorio, una destinazione con tante interessanti attrazioni per gli amanti della natura ,dell’ arte, dell’ archeologia e della ricca gastronomia e delle SPA.

NATURA

Le Valli e la Salina di Comacchio: Il Paradiso dei fenicotteri e Patrimonio UNESCO (70 km)

Le Valli di Comacchio costituiscono il più vasto complesso di zone salmastre d’Italia, dichiarate Zona umida d’importanza internazionale dalla Convenzione Ramsar. Dalla Stazione di Pesca Foce partono le escursioni alla scoperta di un ecosistema unico fatto di lingue di terra e casoni di valle. A nord delle valli si estende la Salina di Comacchio, produttrice di sale fin dal Medioevo. L’estrema concentrazione di sale ha favorito la presenza di una numerosa colonia di fenicotteri rosa. Dal 2017, la salina riprenderà la produzione didattica del sale. I primi salinari, si potranno vedere al lavoro nell’estate 2017.

La Natura Selvaggia: Il Giardino Litoraneo di Porto Caleri (85 km)
Il Giardino ha un’estensione di 23 ettari e concentra al suo interno una decina di ecosistemi: dalla pineta, al cordone dunoso della costa, alla zona umida salmastra. Unica nel suo genere è la presenza contemporanea di dune stabili, non più soggette all’azione del vento, e di dune embrionali mobili ancora in formazione. Il Giardino, che non è soggetto al alcun intervento umano, valorizza le specie autoctone spontanee come le orchidee, ormai scomparse nel resto del territorio. La visita avviene a piedi percorrendo passerelle in legno.

Settepolesini: L’Oasi di Zarda e Il Lago dei Mammut (23km)
Nel 1997 la bocca di una draga, in una cava di sabbia, si incagliò e portò alla luce le ossa di un mammut e altre ossa fossili di animali che avevano abitato la pianura nell’ultima era glaciale e nell’Olocene. Le ricostruzioni del mammut, del rinoceronte lanoso, del bisonte delle steppe, del megacero (un alce gigantesco) sono visibili a grandezza naturale presso il centro visite dell’oasi naturalistica di Zarda. Il grande lago preistorico è l’importante memoria degli ultimi cinquantamila anni di storia della Bassa Padana.

ENOGASTRONOMIA

La Salama da Sugo IGP e il monumento più curioso d’Italia (24 km)
Madonna Boschi, “Tempio della Salama da Sugo”, ha dedicato un monumento al famoso insaccato ed ha trionfato nel programma di Radio 2 “I provinciali”, vincendo il concorso del monumento più bizzarro d’Italia. La Salama, comparve alla corte di Lorenzo de’ Medici come omaggio del Duca Ercole I d’Este. Il Magnifico, con una missiva ringraziò l’Estense per il dono che gli giunse graditissimo. Dal sapore forte, viene preparata con un impasto di carne suina macinata con vino rosso, e altri ingredienti segreti che nessun artigiano è disposto a rivelare. Cotta per ore, viene servita con purea di patate o di zucca. Da non perdere, l’annuale Sagra della Salamina da Sugo a Madonna Boschi da fine di settembre alla prima metà di ottobre, meta obbligata dei buongustai.

Sant’ Agostino – La città del tartufo (38 km)
Sant’Agostino appartiene all’Associazione Nazionale Città del Tartufo. Il prezioso fungo ipogeo è il protagonista della sagra omonima. Cresce spontaneamente nel Bosco della Panfilia, un’area golenale protetta del fiume Reno a pochi chilometri dal paese. La sagra del tartufo si tiene tutti gli anni a novembre e propone piatti di altissima qualità, tutti a base di tartufo bianco fresco del bosco della Panfilia.

Comacchio:Sagra dell’Anguilla dal 30 settembre al 15 ottobre 2017 (70 km)
Comacchio e il circuito gastronomico dei ristoranti tipici delle valli sono lo scenario naturale della tradizionale Sagra dell’Anguilla, dove il pesce di valle per antonomasia è il principe degli stand, cucinato secondo le ricette di tradizione plurisecolare oppure originali e fantasiose. Faranno da contorno all’importante manifestazione culinaria mostre espositive e visite guidate della città.

EVENTI

Cento Carnevale d’Europa -da domenica 12 febbraio a domenica 12 marzo 2017 (50 km)
Il Carnevale di Cento, gemellato con Rio de Janeiro, è stato il primo Carnevale a sfilare nel Sambodromo carioca. A rinnovare il gemellaggio con il Carnevale di Rio, ogni anno partecipa un folto gruppo di ballerine e percussionisti brasiliani. Il centro storico della Città del Guercino fa da cornice alle fantasmagoriche creature in cartapesta che sfilano per la “festa più pazza dell’anno”.

Stellata: Bundan Celtic Festival (17 km )
I Celti furono fra i primi abitanti di queste terre, che i romani chiamarono Gallia Cisalpina. La Rocca Possente di Stellata, nella seconda metà di luglio, fa da sfondo ad uno dei più importanti festival celtici, con più di 30.000 presenze. Canti, balli ed enogastronomia a tema celtico sono inseriti in un contesto storico-naturalistico patrimonio dell’UNESCO.

Ferrara Balloons Festival – dall’8 al 17 settembre 2017 (12 km)
Uno dei più importanti e prestigiosi Festival delle Mongolfiere in Italia e in Europa, al Parco Urbano “Giorgio Bassani” di Ferrara, proponendo agli oltre 120.000 visitatori un evento unico nel suo genere: mongolfiere in volo libero, vincolato e dalle forme speciali, spettacoli, shopping, specialità eno-gastronomiche, eventi sportivi, artistici e musicali. Tra i momenti più suggestivi lo spettacolo delle mongolfiere illuminate a ritmo di musica.

FAMIGLIA

Castelguglielmo: Parco acquatico Castelbeach (17 km)
Il parco acquatico si estende su una superficie di circa 60.000 mq. Piscine per grandi e bambini, la spiaggia bianca caraibica o di sabbia rossa del deserto, ombrelloni e sdraio, un’ampia area relax, bar piadineria e gelateria. Non mancano i giochi d’acqua nella laguna e per chi vuole fare sport divertendosi, campi da beach volley e beach soccer e tanta animazione per grandi e piccini

Anse Vallive di Porto – A Casa della Cicogna (46 km )
Le Anse Vallive sono una zona umida protetta di rilievo naturalistico, area di nidificazione di Aironi, Cavalieri d’Italia e Falchi, oltre che di reintroduzione dell’Oca Selvatica e della Cicogna Bianca. Il centro visite, “A Casa della Cicogna” è dedicato alla Cicogna Bianca. Con Porty, la mascotte del centro, i visitatori imparano a riconoscere gli abitanti dell’oasi e le loro abitudini. La zona è attrezzata con sentieri accessibili anche a disabili assistiti, con capanni per il birdwatching e la fotografia naturalistica.

ARTE CULTURA

Ferrara, città del Rinascimento e Patrimonio UNESCO (12 km)

Nata come insediamento militare, sul corso del Po, fu un importante centro medioevale e una delle corte più sfarzose del Rinascimento. Il centro storico, racchiuso all’ interno delle mura perfettamente conservate, con alberi e piste ciclabili, ben rappresenta i periodi storici. Il Castello Estense, con le quattro torri circondate dal fossato, le eleganti balaustre, le prigioni e le sale per i giochi e il diletto di corte, incorona Ferrara capitale del Rinascimento. Al centro dell’Addizione Erculea, in Corso Ercole I d’Este, spicca il Palazzo dei Diamanti (1493), oggi sede di prestigiose mostre internazionali.

Fratta Polesine -Un tesoro Patrimonio UNESCO (17 km)

In pochi km quadrati, sono racchiusi oltre mille anni di storia. Il centro è disseminato da ville venete, di cui Villa Badoer, progettata dal Palladio  nel 1556, dichiarata  patrimonio dell’UNESCO  è l’ unico esempio di villa con colonnati ad anfiteatro. Villa Grimani-Molin, la “Villa della Carboneria” protagonista dei Moti della Fratta del 1818, rivive nella rievocazione storica in costume dei Moti carbonari.La casa-museo di Giacomo Matteotti uomo politico e giornalista, che pagò con la vita le idee antifasciste. Il luogo documenta il periodo a cavallo delle due guerre. Frattesina, la più grande necropoli d’Europa dell’Età del Bronzo, fu un importante centro per la lavorazione del bronzo, dell’ambra e il primo esempio di produzione “industriale” del vetro oltre che punto di passaggio e di collegamento con la Via dell’Ambra.

DONNA

Colli Euganei : L’Acqua che sgorga dai  vulcani  (56 km )

I Colli Euganei svettano inaspettati nel centro della pianura Veneta e sono il risultato di fenomeni vulcanici risalenti a 40 milioni di anni fa. Le acque termali che sgorgano a una temperatura di 87 °C sono conosciute da più di tremila anni e vengono applicate ad una vasta gamma di trattamenti e programmi di remise en forme, utilizzate per la balneoterapia termale, le piscine e per la maturazione, del fango termale, con ottime capacità antinfiammatorie e antidolorifiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrPin on PinterestShare on StumbleUponEmail this to someonePrint this page