DESTINATIONS

Le dimore di Bolzano

Torna Castelronda, l’evento dedicato al grande patrimonio di dimore storiche di Bolzano e dei suoi dintorni

Di Redazione Roma

Tanti gli appuntamenti speciali in programma, pensati per riscoprire arte e tradizioni del territorio: visite guidate, laboratori e giochi per bambini, rievocazioni storiche con dame e cavalieri, mostre d’arte, reading di fiabe e proiezioni cinematografiche; mentre le ambientazioni e gli arredi perfettamente conservati faranno da vera e propria “macchina del tempo” per tutti i visitatori. Infine, tra i momenti clou della manifestazione, l’incontro con Reinhold Messner al museo della montagna MMM Firmian (6 giugno).

Ricco di castelli medioevali, manieri, fortezze e torrioni, il territorio altoatesino celebra il suo prezioso patrimonio artistico con Castelronda, la “tre giorni” di itinerari guidati ed eventi in programma a Bolzano e nei suoi dintorni dal 5 al 7 giugno. Anche quest’anno sono sei le residenze storiche coinvolte nella manifestazione: appositi servizi navetta consentono gli spostamenti tra le località protagoniste – ovvero Bolzano, Appiano e Ponte Gardena – in un fitto intreccio di eventi e appuntamenti pensati per tramutare la storia in un’esperienza alla portata di tutti. Il “viaggio” incomincia proprio dal capoluogo Bolzano dove a 10 minuti a piedi dal centro, è Castel Mareccio: sorto come maniero medievale, fu ampliato e trasformato in castello rinascimentale durante il XV secolo e ancora oggi è tra le residenze più eleganti della città. Imperdibile il misterioso affresco raffigurante i Sette Saggi che, per l’occasione, sarà illustrato da un punto di vista filosofico. Sempre a Bolzano, Castel Roncolo custodisce il più grande e meglio conservato ciclo di affreschi medievali a tema profano, tanto da essere comunemente chiamato “il maniero illustrato”: si possono ammirare scene di vita di corte, ma anche miti e leggende tratte dai cicli letterari di Tristano e Isotta o dei Cavalieri della Tavola Rotonda. E proprio a questi personaggi sono ispirate le iniziative in programma, dai racconti per far rivivere le storie di Re Artù ai bambini, fino ai laboratori sulla tecnica dell’affresco adatti a grandi e piccoli. Ma a Bolzano si trova anche Castel Firmiano, sede dell’MMM Firmian, cuore pulsante dei cinque musei dedicati alla montagna voluti da Reinhold Messner: e lo scalatore altoatesino accoglie i visitatori il 6 giugno alle ore 11.15, con un’introduzione all’alpinismo e al legame tra uomo e montagna, sia da un punto di vista naturalistico che filosofico. Spostandosi verso il paese di Appiano, lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige, si trova invece Castel Moos-Schulthaus, antica torre romanica poi trasformata in castello di caccia gotico: qui si può ammirare la collezione Walter Amonn dedicata all’arte contemporanea tirolese, mentre il programma “favole al castello”, pensato per bambini e famiglie, propone ai giovani partecipanti la narrazione dei particolari degli affreschi e diverse proiezioni (in lingua tedesca).

Programma interessante anche a Castel Boymont, sempre ad Appiano: per ammirare caratteristici scorci architettonici e i resti della cappella, mentre nel cortile interno ci sono degustazioni di vini della tenuta vinicola Fritz Dellago (sabato e domenica dalle ore 10 alle 17). Ancora, per i bambini, avventurosi giochi e laboratori istruttivi – come imparare ad accendere un fuoco o realizzare gioielli con materiali naturali – e la caccia al tesoro. Per respirare fino in fondo la storia locale, imperdibile anche Castel Trostburg, a Ponte Gardena: imponente fortezza risalente al XII secolo, scrigno di saloni storici perfettamente conservati e ancora arredati (come la “Sala dei Cavalieri” e la “Stube Gotica”) e del torchio più grande esistente in Alto Adige. In questa sede è visitabile infine il Museo dei Castelli, dove si possono confrontare i modelli in scala dei vari manieri presenti nella regione.

Chi visita, vince
Ritorna anche per questa edizione il gioco a premi che mette in palio un fine settimana per due persone a Bolzano: chi prende parte a tutte e sei le visite, può partecipare al concorso compilando semplicemente una cartolina.

Muoversi green. Le proposte per chi vuole lasciare a casa l’auto
• In treno, con le Ferrovie Austriache e Tedesche
Con i treni DB-ÖBB EuroCity si raggiunge comodamente Bolzano da Verona a partire da soli 9 € (da Bologna e Venezia SL a partire da 19 €). I bambini fino a 14 anni viaggiano gratis, se accompagnati da un genitore o da un nonno. Per maggiori informazioni: www.megliointreno.it
• Mobilcard Alto Adige
Con Mobilcard, si possono utilizzare tutti i mezzi pubblici del Trasporto Integrato per scoprire l’Alto Adige. Biglietto valido per 7 giorni a 28 €, oppure 3 giorni a 23 €. Mobilcard Junior (sotto i 14 anni) costa la metà, mentre i bambini fino a 6 anni viaggiano gratis.
• Winepass
Abbina Mobilcard & l’offerta lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige.
Il Winepass apre le porte dell’affascinante mondo della Strada del Vino dell’Alto Adige. Winepass valido per 3 giorni a 35 €, oppure 7 giorni a 40 €. Per informazioni: www.stradadelvino-altoadige.it

Informazioni:
Consorzio Turistico Bolzano Vigneti e Dolomiti
tel. 0471 633 488
info@bolzanodintorni.info
www.bolzanodintorni.info .