Italy

Vacanze a casa. Degli altri

È un trend inarrestabile, e i dati lo confermano: sempre più famiglie e gruppi di amici scelgono la casa per le loro vacanze


di Roberta F. Nicosia

Nel 2014, 32 milioni di italiani hanno visitato il sito del gruppo HomeAway.it, il leader mondiale delle case vacanza. E questo la dice lunga sulle attitudini di viaggio dei nostri connazionali, sempre più connessi e sempre più attratti da una vacanza autentica e comparativamente meno costosa, da scegliere e prenotare online. Qui si può assaporare al meglio il genius loci di una destinazione, vivendo nelle case di chi, nella regione, ci abita, e che spesso ha utilizzato materiali locali e oggetti di artigianato della zona per decorare quella che, per un breve o lungo periodo, sarà la vostra casa.

Nato in Usa dieci anni fa, HomeAway, – che negli anni ha acquisito in tutto il mondo altre importanti realtà locali, in Italia Homelidays.it e Toprural.it – propone un milione di annunci in 190 Paesi del mondo, che vanno dal monolocale in città a chalet e splendide ville con piscina in tutte le località turistiche più prestigiose del mondo. In Italia le proprietà disponibili, molto ambite dagli stranieri, sono circa 100 mila, mentre gli italiani generalmente preferiscono recarsi all’estero, soprattutto in Europa. Le ragioni di questa nuova tendenza sono evidenti: il risparmio, la flessibilità, il maggior spazio pro-capite, la privacy, la possibilità di cucinare in casa e quella di portare con sé il proprio animale domestico.

In Italia è un vero e proprio boom: il portale ha fatto segnare un 30% di crescita della domanda nell’anno scorso e si aspetta che integri al più presto quella serie di servizi aggiuntivi, già presenti negli USA, che danno un valore aggiunto alla vacanza, dalla babysitter per una serata romantica, alla fornitura della spesa, dai servizi di pulizia ai transfer. Perché la vacanza cominci già dal primo click.

www.homeaway.it