Europe

L’Economy diventa Premium

Lufthansa introduce una nuova classe di viaggio tra la base e la business, con tanti vantaggi. Ce la presenta Jens Bishof, CCO della compagnia tedesca

di Sara Magro

All’apertura di ITB di Berlino, una delle maggiori fiere di turismo in Europa con 26 padiglioni di esposizione, Lufthansa presenta la Premium Economy Class, una classe di viaggio intermedia tra l’economica e la business, che rispetto alla prima garantisce il 50% di spazio in più. Lufthansa ha investito 3 miliardi di euro sulla nuova classe e il 10% dell’Economy Class (da 21 a 52 posti a seconda per ogni aereo), ma conta nel primo anno di avere un rientro immediato con la vendita di un milione e mezzo di biglietti.

La Premium, i cui biglietti sono in vendita da maggio 2014, è operativa dal prossimo novembre sui voli intercontinentali, inizialmente sui Boeing 747-8, poi sul resto della flotta.

«La Premium è il compromesso perfetto per chi vuole più confort a un prezzo accessibile», dice Jens Bischof, CCO di Lufthansa German Airlines. «Crediamo che sia interessante per i viaggiatori con più di 50 anni e chi è in viaggio di lavoro. Questi ultimi, nonostante siano per definizione in target con la business, volano spesso in Economy, anzi rappresentano il 70% dell’occupazione. La nuova classe che costa in media 300 € in più a tratta è infatti un ottimo compromesso rispetto alla Business Class che invece costa 1000 € in più rispetto all’Economy. Inoltre con l’introduzione della Premium si attenua il divario tra la classe base e la nuova business, ancora in fase di implementazione».

Ma se dal punto vista economico la Premium è più vicina all’Economy, i servizi associati l’accostano sensibilmente alla Business: un beauty in canvas con mascherina per gli occhi e altri accessori da biagio, pranzo al tavolino in servizio di porcellana, possibilità di imbarcare due valigie da 23 chili (invece di una), braccioli individuali, schienale più reclinabile, poggiatesta regolabile, poggiapiedi, monitor più grande, più spazio per distendere le gambe, accesso alle lounge a pagamento (25 €).

Entro il 2015 Lufthansa aumenta la flotta (gli A380 salgono a 12 entro maggio), completa il rinnovo della classe business perfezionando il servizio (fast lane all’imbarco dei voli intercontinentali, menu vegetariano anche nelle lounge, beauty case Samsonite con fitocosmetici Korres, solo per dirne alcuni) , raddoppia l’intrattenimento di bordo con oltre 100 film in otto lingue, serie tv e musica, wifi a copertura totale (19,95 € al giorno). Con un’esperienza di volo completamente rinnovata, si candida a diventare la prima compagnia aerea occidentale classificata con le cinque stelle Skytrax, valutazione che invece ha già guadagnato per la First Class.

Jens Bischof sottolinea che la differenza tra Lufthansa e le altre compagnie aeree  sta nel fattore umano: «Il modo che hanno i nostri assistenti di volo e di terra di porsi ai passeggeri, la capacità di prevederne le attese e ascoltarne le esigenze individuale. Insieme all’affidabile ingegneria tedesca mettiamo a disposizione un capitale umano insostituibile e, di conseguenza, il nostro servizio è cosmopolita ma hand made, artigianale, e questo vale per tutte le classi».

Ma, appunto, c’è qualche piacevole novità per chi viaggia in Economy Class e per voli a corto e medio raggio, signor Bischof? «Tra poco sarà operativo il sistema Board Connect. E cioè, tutti potranno collegare il proprio device – smartphone, tablet e laptop –  server di Lufthansa e scaricarsi via wifi gratuitamente film, programmi tv, giochi». Questo sì è un cambiamento.