DESTINATIONS

Perché Quarnero

E’ a due passi dall’Italia, ha chilometri di spiagge solitarie e un cuore verdissimo, ecco tutte le ragioni per visitarlo

Di Teresa Cremona

Il Quarnero, regione della Croazia che si affaccia ai margini del golfo più grande dell’Adriatico, dista dal confine italiano circa 50 km ed è facilmente raggiungibile dalle principali città del nord Italia ha clima mite tutto l’anno, ed offre una varietà di spunti per trascorrere una vacanza.

Una regione dove tradizioni, cultura, ospitalità, bellezze naturali, sport, gastronomia ….e molto altro ancora, si fondono per dar luogo, ogni giorno, ad un’esperienza diversa.

Fiume (Rijeka) è solo una delle tante mete dal ricco passato di cultura e storia dove scoprire le Notti d’estate fiumane, festival artistico urbano con spettacoli teatrali, lirici, balletti e opere, o il Festival quarnerino del mare e della tradizione marinara.
La Riviera d’Abbazia, luogo di riposo di re e imperatori a partire dal 1844, è un susseguirsi di imperdibili località: Abbazia (Opatija) con le sue perle architettoniche, Laurana (Lovran), Draga di Moschiena. Numerose le isole ideali per una vacanza all’insegna del relax e della scoperta della natura: Cres (Cherso), Lošinj (Lussino), Rab (Arbe) Krk (Veglia) e le isole e gli isolotti del loro arcipelago con strutture ricettive e servizi d’alta qualità.

Il Quarnero è ricco di spiagge solitarie bagnate da un mare cristallino e la temperatura gradevole del mare rende, nel corso di tutti i periodi dell’anno, particolarmente piacevole la scoperta dei fondali ricchi di antichi reperti, grotte, fauna, flora. Sono 40 le località sede di centri registrati per le attività subacquee. Il mare e i porti del Quarnero costituiscono inoltre una tra le mete più attraenti della Croazia: 30 porti attrezzati per il turismo e il charter nautico, 5.200 ormeggi, 8 eccellenti marine tra cui quella di Punat sull’isola di Krk.

Non solo mare: ci sono più di 1000 chilometri di sentieri ben delineati con difficoltà di vario grado, sia in prossimità della costa che nell’entroterra delle isole, tutti con vista spettacolare.
Per gli appassionati di ciclismo, oltre 1300 chilometri di piste e l’intera regione si può visitata in bicicletta nell’arco di 7 giorni.

Il Quarnero conta 32 aree protette e un centinaio di territori sottoposti a varie categorie di tutela: tra tutti il Parco Nazionale del Risniak e il Parco Naturale del Monte Maggiore. Gorski Kotar è il cuore verde della regione, uno scrigno di bellezze naturali con laghi e grotte abitati da una ricchissima fauna e flora, nella zona è possibile seguire vari eventi dedicati ai frutti naturali più buoni (fragole, mirtilli), alla lavanda, alle piante medicinali, ai funghi.

Le strutture ricettive offrono alberghi di alta categoria, resort con SPA (la più grande d’Europa a Novi Vinodolski), strutture d’interesse architettonico o moderne, alberghi tipici a conduzione familiare in cui il senso dell’ospitalità ha mantenuto le antiche caratteristiche, campeggi ben organizzati e attrezzati, alloggi privati (ville, appartamenti) di alto livello dove ritrovare il calore e la tranquillità delle proprie abitudini.

Numerose le opportunità per seguire programmi di salute e benessere nei centri benessere ottimamente attrezzati, numerose le piscine con acqua salata e i centri di talassoterapia. Abbazia primeggia in questo senso, seguita delle altre destinazioni della sua riviera e da altri centri dell’intera regione.

Ricca e articolata l’offerta enogastronomica, la cucina costiera, grazie agli influssi mediterranei e marittimi, esalta i pesci, i frutti di mare e lo speciale scampo del Quarnero, la carne di agnello, l’olio di oliva, e sono famosi i marroni – in particolar modo quelli di Lovran.

Nella zona montana del Gorski Kotar, abbondanza di selvaggina, formaggio (quello di Grobnik, il pecorino e lo škripavac, un formaggio vaccino tipico), funghi, asparagi, pesce d’acqua dolce; ottimi gli insaccati – salami, salsicce e sanguinacci e prosciutto di selvaggina. Il vino bianco autoctono Vrbnička žlahtina, proviene dall’isola di Krk, ed è ideale compagno di molte specialità della tradizione gastronomica quarnerina.