FLY

Comiso in pista

Sono anni che si fanno inaugurazioni al cospetto di Ministri e autorità, ma finora l’aeroporto di Comiso non è mai stato operativo. Alcuni temevano che fosse uno di quei progetti infiniti, intralciati da burocrazie, corruzioni e mafie del tipo Salerno-Reggio Calabria. Ma anche se mancano le certificazioni e i mobili, il prossimo 30 maggio dovrebbero atterrare i primi voli

Di Lucia Fava da ragusanews.it

Comiso – Il 30 maggio gli aerei di tutto il mondo potranno atterrare sulla pista del Vincenzo Magliocco. Il tempo stringe, gli adempimenti da portare avanti in queste poche settimane sono tanti. C’è da completare il piano di emergenza, per il quale devono essere pronti tutti gli enti interessati: dai vigili del fuoco alla polizia di frontiera, dalla dogana alla guardia di finanza. Vanno definiti i servizi di handling (per l’assistenza a terra) e di security.
La società di gestione, nel frattempo, deve ottenere la certificazione Enac. Ma lo stesso ente, con la pubblicazione il 18 aprile scorso del ciclo Airac (le rotte di navigazione), ha in certo senso avallato quanto fatto in questi mesi dalla Soaco. Pertanto la certificazione non dovrebbe farsi attendere.

Il lavoro non manca di certo in questi giorni all’interno della struttura aeroportuale, dove di recente si sono trasferiti gli uffici della società di gestione. Nei giorni scorsi è arrivata una prima parte di mobilio. Si tratta di panchinette che serviranno per i passeggeri in attesa. La prossima settimana arriveranno altre scrivanie. Ieri pomeriggio c’è stata una nuova riunione del Consiglio d’Amministrazione della Soaco, nel corso della quale è stato deliberato un piano di sconti che prevede tariffe più basse per gli aerei in arrivo a Comiso e l’istituzione di un contributo (in sconti) per l’installazione di nuove rotte. Le compagnie aeree, per atterrare su Comiso, hanno bisogno di essere incentivate. AirOne, che è il vettore con cui le interlocuzioni sono più avanti, chiede la promozione in Lombardia di un pacchetto turistico Milano-Comiso. Se ne è discusso, qualche settimana fa, nel corso dei due tavoli tecnici con amministratori e operatori turistici. Gli albergatori aderenti a Federalberghi Ragusa, si sono detti disponibili ad andare incontro a queste richieste, mediante la creazione di un pacchetto turistico che prevede la quarta notte gratuita per un Comiso-Milano andata e ritorno, o lo sconto del 20 percento sui pernottamenti inferiori ai 3 giorni.Stessa cosa hanno annunciato di voler fare i colleghi aderenti a Federalberghi Agrigento, presenti ad uno dei due tavoli tecnici, nel corso del quale sono rimasti positivamente colpiti dal Vincenzo Magliocco e dalle sue potenzialità.