DESTINATIONS

Mistero dei Monti

Dal 27 luglio al 27 agosto, a Madonna di Campiglio e in Val Rendena la X edizione del festival, quest’anno intitolato a «Madre Montagna»


La montagna: una grande madre, a questa immagine rende omaggio il decennale del «Mistero dei Monti», festival d’alta quota che da molti anni propone incontri letterari, filosofici, scientifici, percorsi in ambiente, mostre e cinema. Gli appuntamenti, tra il 27 luglio e il 27 agosto, sono all’insegna del confronto che accoglie i diversi punti di vista e gli ospiti di quest’anno sono donne che si sono distinte per aver (nel senso più ampio del termine) «generato»:  Betty Williams, premio Nobel per la Pace nel 1976: Lina Wertmüller, “madre di immagini”  e madrina della sezione cinema in collaborazione con il Trentofilmfestival; Gioconda Segantini, nipote di Giovani Segantini, maestro del Divisionismo, che al rifugio Segantini leggerà le lettere del nonno. Ma questi sono solo esempi di un programma molto fitto e interessante di appuntamenti.

Il programma

Inaugurazione: Venerdì 27 luglio ore 18 Palazzo Lodron Bertelli a Caderzone Terme

Apertura: dal 27 luglio al 7 agosto Tutti i giorni dalle 16 alle 22 Ingresso libero

‘L’essenza della nostra terra’
A cura di Eleonora Noris Cunaccia e Ferruccio “Fero” Valentini
presenta il giornalista Walter Nicoletti, introduce il professor Annibale Salsa
Nascono dalla madre Terra le erbe che nutrono e curano (nella foto le erbe raccolte da Eleonora Noris Cunaccia). Mostra di antichi erbari e delle tavole illustrate di Pietro Andrea Mattioli. La mostra diventa luogo di incontro e confronto con testimonianze di chi conosce i monti e le erbe. Ogni giorno alle 17.30 conversazioni con illustri ospiti dai diversi sguardi: antropologia, scienza, botanica e cultura del territorio.

Santa Maria de Campei. Madre di Campiglio.
venerdì 3 agosto Teatro Hofer ore 17.30, Con il teologo cardinal Walter Kasper,
Presenta la giornalista Elisabetta Brunelli, Introduce lo storico Paolo Bisti
La storia di Madonna di Campiglio nasce da un santuario in quota: Santa Maria de Campei unico toponimo segnato sulle mappe antiche. Si parte dalla curiosa simbologia rappresentata dalla statua lignea della «Vergine del fico» per un confronto con le altre madri-madonne che hanno accompagnato l’iconografia sacra della località. Maestri madonari dipingeranno i volti delle Madonne.

Madre di immagini. Lina Wertmüller
sabato 4 agosto Teatro Hofer ore 17.30, Incontro con la regista Lina Wertmüller madrina della sezione Cinema
in collaborazione con il Trentofilmfestival
Come prende forma un progetto cinematografico, quali sono gli aspetti  alla base del complesso lavoro del fare cinema. Racconti e storie di una vita dedicata al cinema.

Madre coraggio. Betty Williams
martedì 7 agosto Teatro Hofer ore 17.30. Incontro con Betty Williams
Presenta il giornalista Paolo Ghezzi. Introduce Lia Giovannazzi Beltrami Ass.re Solidarietà Internazionale della PAT
Betty Williams  ha ricevuto – assieme a Mairead Corrigan – il Premio Nobel per la Pace per il suo ruolo di militante coraggiosa nella soluzione pacifica della questione dell’Irlanda del Nord. A capo della Global Children’s Foundation è presidente del World Centers of Compassion for Children International.

La via del lupo
venerdì 10 agosto ore 21 alla Sala Rainalter

Incontro con Marco Albino Ferrari giornalista e direttore di Meridiani Montagne

presenta Roberta Bonazza

Marco Albino Ferrari ha seguito le tracce del lupo che all’inizio degli anni Settanta erano pressoché scomparse. Poi l’animale ha trovato le condizioni per rioccupare gli antichi territori e da quel momento si è messo in cammino verso nord. Oggi gli ultimi branchi sono stati avvistati in Trentino, dove il Canis lupus italicus si incontrerà con altri esemplari in arrivo dalla Slovenia…

Everest, Ararat, Tosa. Montagnemadri.

venerdì 17 agosto ore 17.30 giardino Teatro Hofer

Modera il giornalista Roberto Mantovani

Introduce Luciano Rocchetti, Ass.to Solidarietà Internazionale della PAT.

Everest, la madre dell’universo, con l’alpinista Fausto De Stefani

Ararat, la montagna perduta, con il professor Agopik Manoukian

Tosa, la ragazza del Brenta, con il giornalista Franco De Battaglia

Fausto De Stefani scalatore delle 14 montagne più alte della terra, il professor Agopik Manoukian presidente onorario dell’Unione degli Armeni d’Italia e Docente all’università Cattolica di Milano e Franco De Battaglia giornalista che ha scritto pagine significative sulle Dolomiti di Brenta, si confrontano sul significato che queste “montagnemadri” hanno avuto nella loro esperienza di vita.

Giovanni Segantini. Dentro la montagna

Sabato 18 agosto ore 11 Rifugio Segantini – Val Nambrone

Incontro in quota con la nipote del pittore, Gioconda Segantini Leykauf

e la direttrice del Mart Cristiana Collu

Presenta Giacomo Bonazza

Al rifugio Segantini, luogo dal particolare significato in omaggio al grande pittore, la nipote Gioconda Segantini Leikauf legge e commenta le lettere del nonno

Il corpo della montanga: scultori l’acqua e il vento.

vanerdì  24 agosto, ore 10.30 Monte Spinale davanti alle Dolomiti di Brenta

Tavola rotonda in quota di chiusura del festival, con i rappresentanti istituzionali della PAT, del Comitato Dolomiti Patrimonio dell’UNESCO e del FAI nazionale

A confronto turisti illustri, rappresentanti istituzionali, artisti, ambientalisti, studiosi…

Ognuno porterà il suo frammento per comporre il volto della montagna.

Cinema

Rassegna di film del Trentofilmfestival

Mercoledì 1 agosto ore 21 Palacampiglio

Encordades –  52′ – Spagna, regia Gerard Montero Coromines

Una riflessione sul ruolo delle donne nella società e nello sport, dagli anni 40 ai giorni nostri. La storia si sofferma sulle figure femminili entrate nella storia dell’alpinismo.

Sabato 4 agosto ore 21 al Palacampiglio

I basilischi, regia di Lina Wertmuller

Mercoledì 8 agosto ore 21 al Palacampiglio

La montagna al femminile – 52′ – Italia, regia di Ingrid Runggaldier e Iochen Muller

Nella storia dell’alpinismo le donne sono pressochè invisibili e i loro nomi sconosciuti, le loro imprese sempre taciute. Il film traccia un arco dalle prime donne che hanno scalato il Monte Bianco agli inizi del turismo alpino, fino all’alpinismo delle difficoltà e alla corsa al sesto grado negli anni Trenta.

Giovedì 16 agosto ore 21 al Palacampiglio

Sister – 100′ – Francia / Svizzera  –  regia di Ursula Meier

Ispirato alla regista dal ricordo di un suo coetaneo dodicenne conosciuto in Svizzera, nel Massiccio del Giura dove ha trascorso l’infanzia e che i genitori gli imponevano di evitare perché ritenuto un ladruncolo, il film esplora gli squilibri e le contraddizioni nascoste nel mondo di una stazione sciistica di lusso.

Campiglio libri

Lo spazio del’editoria all’interno del Festival

Giuseppe “Pippo” Corigliano

Preferisco il Paradiso Edito da Mondadori

presenta Enrico De Barbieri, console onorario del Sudafrica

23 agosto 2012 alle ore 18 alla Sala Rainalter

Giuliano Pisani

Presenta Alessandra Possamai Vita

I volti segreti di Giotto

24 agosto 2012 alle ore 18 alla Sala Rainalter