DESTINATIONS

Profezia Maya “live”

Il 21 Dicembre si festeggia a Chichen Itzà una fine mancata e un nuovo inzio…


di Valeria Delvecchio

Il 21 Dicembre, mentre i superstiziosi cercheranno riparo in attesa della fine del mondo annunciata dai Maya, i meno scaramantici saranno su un aereo in direzione Messico.Hotelplan, prendendo spunto dalla parola più googlata del 2012, la profezia maya per l’appunto, ha pensato a un viaggio nella culla della civiltà che ha messo in subbuglio il mondo intero con le sue previsioni.
Due proposte di viaggio, leggendarie piramidi da scalare.


1° pacchetto: 7 notti–partenza unica il 16 dicembre con sistemazione a Cancun e una serie di escursioni da scegliere per andare alla scoperta di alcune delle bellezze della Riviera Maya: il parco eco-archeologico di Xcaret, il sito di Coba e il Cenote, Isla de le Mujeres in catamarano  e Tulum. Le quote partono da 1.199 euro a persona e includono voli di linea, trasferimenti, sistemazione in hotel 5 stelle in camera doppia con trattamento di pernottamento e prima colazione.

2° pacchetto: 5 giorni con partenza il 20 e atterraggio a Cancun, da cui, volendo, si potrà andare alla scoperta di Tulum, importante complesso archeologico a picco sul mare. Le quote partono da 749 euro e includono voli noleggiati Neos, trasferimenti e sistemazione in hotel 5 stelle con trattamento di pernottamento e prima colazione.

Sapevate che…

Nel giorno dell’equinozio di primavera e d’autunno, il sole gioca con la misteriosa costruzione di epoca Maya chiamata El Castillo facendo apparire sul suo fianco la sagoma di un serpente piumato

http://www.youtube.com/watch?v=W9gp6TrMoT0

Cancun è la meta preferita dagli Americani per festeggiare lo Spring break. La “pausa di primavera”  è per tradizione una settimana di vacanza che numerosi studenti degli Stati Uniti hanno a disposizione nel periodo di marzo.

Il nome Yucatan ha origine da un’incomprensione. Quando gli spagnoli, sulle tracce della precedente visita di Colombo, si trovarono per caso vicino a numerosi edifici maya sparsi lungo la costa, domandarono, naturalmente nella loro lingua, chi fossero quelle popolazioni e i Maya risposero: “Ci-u-than” ossia “non vi capiamo”; ma essi interpretarono quelle parole come risposta e col tempo “Ci-u-than” divenne Yucatan.

Hotelplan
www.hotelplan.it
tel. 02721361