Europe

Geologia portami via

Un viaggio in Islanda, accompagnati da un geologo d’eccezione, per scoprire gli stupefacenti e contrastanti paesaggi di questa grande isola alle soglie del Circolo Polare Artico

Di Valeria Delvecchio

Un groviglio di consonanti, macchie di paesaggi diversi, la guida esperta di un geologo, Marco Vinci, che, con sapiente disinvoltura guida i viaggiatori alla scoperta della bellezza selvaggia e naturale delle terre islandesi, testimoni della lenta evoluzione del nostro pianeta.

Day 1:  Italia _ Reykjavik. Partenza con volo di linea per Reykjavik. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel.

Day 2: Reykjavik _ Thingvellir Borgarfjördur. Partenza per l’altopiano vulcanico di Thingvellir, geologicamente interessante, storicamente importante. Qui infatti si radunavano gli Islandesi per discutere di leggi e religione, dando forma al più antico parlamento europeo. Ancora immersioni nella natura più selvaggia poi con le cascate di Hraunfossar e Barnafoss e la regione di Borgar -fjör dur  conosciuta, oltre che per le sue verdissime vallate, anche per i torrenti che abbondano di salmoni. La giornata si chiude con una sosta a Reykholt alla scoperta delle storie fantasiose di Snorri Sturluson – illustre scrittore di saghe del XIII secolo

Day 3: Borgarfjördur _ Penisola di Snæfellsnes. La penisola di Snæfellsnes è una delle regioni più misteriose e variegate dell’Islanda: dalle altissime vette bianche di imponenti montagne ai colori caldi del  del vulcano inattivo, dalle lunghe spiagge di Búdir e ad Arnarstapi, al ghiacciaio di Snæfel -lsjökull, che nasconde la caldera di un vulcano addormentato, immortalato da Jules Verne nel “Viaggio al centro della terra”.

Day 4: Penisola di Snæfellsnes Látrabjarg. Il punto più occidentale dell’Islanda. In questo tratto di costa si trovano ampie scogliere dirupate e promontori che si innalzano per più di 440 metri, dominio di milioni di uccelli marini: qui nidificano infatti pulcinella di mare, urie, cormorani e fulmari

Day 5: Látrabjarg _ Isafjördur si procede di fiordo in fiordo in un susseguirsi di bellissime panoramiche sul Patreks -fjör dur e su scoscese falesie, dolci spiagge di sabbia bionda dove talvolta riposano pigramente le foche, baie e promontori.

Day 6: Isafjördur _ Escursione all’isola di Vigur. Eccezionale il punto panoramico sull’Hornstrandir, il “Capo Horn dell’Islanda”. Nel pomeriggio escursione in battello all’isola di Vigur, popolata da foche monache, urie, sterne artiche, cormorani e pulcinella di mare.

Day 7: Isafjördur _ Hólmavík Hrútafjördur. Ísafjardardjúp, il più grande dei fiordi occidentali, dove lo spettacolo della natura selvaggia è davvero suggestivo. Attraversando la regione di Strandir si raggiunge il villaggio di pescatori di Hólmavík. Proseguimento per Hrútafjördur, fiordo circondato da colline scelto dai cigni selvatici per nidificare

Day 8: Hrútafjördur _ Gullfoss Geysir _ Flúdir. Adieu ai fiordi, è il momento dei geyser. Arrivo nell’area geotermale di Geysir ammireremo il “Grande Geysir” e le colonne d’acqua alte sino a 20 metri lanciate a intervalli regolari dallo Strokkur.

Day 9: Flúdir _ Landmannalaugar Kirkjubæjarklaustur. Percorrendo un’arida vallata devastata nel XII secolo dall’eruzione del vulcano Hekla, raggiungiamo l’area geotermica di Landmannalaugar, circondata da splendide montagne di riolite dove spiccano laghi turchesi. Passeggiata lungo i sentieri di questo pittoresco paesaggio con possibilità di effettuare un bagno tonificante in una piscina naturale di acqua calda.

Day 10: Kirkjubæjarklaustur _ Escursione al Parco Nazionale di Skaftafell e Jökulsárlón. Giornata dedicata ad un’escursione al Parco Nazionale di Skaftafell con la magnifica vista dell’Öræfajökull (2119 metri), la vetta più alta dell’isola. Proseguimento per la laguna glaciale di Jökulsárlón con possibilità di effettuare un’escursione facoltativa in barca tra gli iceberg.

Day 11: Kirkjubæjarklaustur _ La costa meridionale _ Reykjavik. Raggiungiamo Vik, il villaggio più meridionale dell’Islanda. Sosta alle cascate di Skógafoss e Seljalandfoss e proseguimento, attraverso vallate punteggiate da fattorie, sino a Hveragerdi, famosa per le sue serre riscaldate con acqua geotermale.

Day 12: Reykjavik _ Italia.

In pillole
Partenza: dal 30 luglio al 10 agosto 2012 e dall’11 al 22 agosto 2012
Quota individuale con accompagnatore geologo
: da 3875 € con 15 partecipanti.

Al di fuori dalle città di Reykjavik ed Akureyri, le sistemazioni, specie nelle zone più isolate, sono piuttosto semplici e richiedono pertanto spirito di adattamento.

Il Tucano Viaggi
tel. 0115617061
www.tucanoviaggi.com
info@tucanoviaggi.com

http://www.tucanoviaggi.com/index.php?option=com_viaggi&viaggio=1986