INTERVIEWS

Viaggi di pastafrolla

Ecco come trasformare le foto fatte in vacanza e nel weekend in dolcissimi ricordi. Lo fa Elisabetta Corneo che trasforma i monumenti e le icone delle città in torte da mangiare

Di Andrea Foschi

Elisabetta Corneo non rimpiange le ore passate su Autocad.  Ha pensato che si può dare una svolta alla propria vita, unendo passione e competenza, con il cake design. Oggi progetta edifici per poterli costruire non più in cemento armato ma in pasta frolla. Una passione, quella per i dolci, nata, quando era bambina.

Racconta: «Avrò avuto 13 anni quando un Natale mia madre mi propose di fare le classiche casette di pan di zenzero utilizzando però la pasta frolla. Ricordo ancora la fatica di quel primo semplice tentativo, con il cioccolato che colava da tutte le parti. Ma siccome sono una gran testarda, non ho smesso di provare e dopo laboriose sperimentazioni ho imparato qualche trucchetto fondamentale, oggi top secret, per far stare in piedi le mie architetture di pasta frolla».

Durante gli studi alla facoltà di architettura del Politecnico di Milano, tra un esame e l’altro, Elisabetta cominciò a creare dei veri e propri modellini in pasta frolla, progettando e realizzando ville in stile palladiano, basiliche a croce latina o greca, casette stile Hansel e Gretel, o riproducendo chiese realmente esistenti, fotografate in viaggio.

Ma il suo estro è andato oltre: «Un giorno una signora mi chiese di riprodurle il Duomo di Milano per decorare una vetrina. Io la presi come una sfida: ci misi una settimana a progettare il mio modellino, a decidere quanto stilizzarlo, anche in funzione delle dimensioni ridotte, e a costruirmi dei piccoli stampi per le parti che si ripetevano. La realizzazione mi portò via 17 ore di cui 4 solo per montarlo. Tuttora resta una delle cose che ho creato di cui vado più fiera. Ho provato anche a rifarlo, per vedere se riuscivo a impiegarci meno tempo…Niente, sempre 17 ore».

Il 2012 è l’anno di svolta per le ambizioni di Elisabetta. Dopo aver consolidato la sua tecnica con uno stage presso la pasticceria Fuin di Muggiò, non lontano da Como, è arrivato il primo importante ordine: 53 copie del grattacielo della Fifth Avenue di New York, sede di Tiffany, inviate alla stampa italiana, per celebrare i 175 anni della prestigiosa azienda di gioielli. Ovviamente grattacieli da mangiare a colazione da….

Elisabetta Corneo
tel. 3402226909
elisabetta.corneo@fastwebnet.it
blog di artefrolla